Ferrexpo, produzione di pellet in calo nel secondo trimestre

martedì, 03 luglio 2018 11:21:14 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Il produttore siderurgico europeo Ferrexpo, la cui attività si concentra soprattutto sulla produzione di minerale ferroso in Ucraina, ha annunciato che nel secondo trimestre di quest'anno la propria produzione di pellet è diminuita del 2,9% rispetto al precedente trimestre, fermandosi a 2,51 milioni di tonnellate.

La produzione di pellet nei primi sei mesi del 2018 è ammontata a 5,09 milioni di tonnellate, dato in calo dell’1,2% su base annua. Nello stesso periodo, la produzione di pellet attraverso materie prime proprie è diminuita dell’1,1%, a 5,08 milioni di tonnellate, mentre la produzione mediante materiale fornito da terzi è ammontata a 21,550 tonnellate, evidenziando un calo del 32,7% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Ferrexpo ha dichiarato il calo delle produzione di pellet nel primo semestre di quest'anno è dovuto al piano di ristrutturazione della linea di pellet durato 65 giorni.


Articolo precedente

Brasile, minerale di ferro: prezzo in forte calo per l’alta qualità

29 feb | Rottame e materie prime

Minerale di ferro, prezzi CFR Cina – 28 febbraio 2024

28 feb | Rottame e materie prime

Australia: in calo le esportazioni di minerale di ferro via Port Hedland a gennaio

28 feb | Notizie

Minerale di ferro, prezzi CFR Cina – 27 febbraio 2024

27 feb | Rottame e materie prime

India, minerale di ferro: tassa sull'esportazione di fines di bassa qualità al vaglio del governo

27 feb | Notizie

Rio Tinto: finanziamenti dal governo canadese per la decarbonizzazione

27 feb | Notizie

Minerale di ferro: calo di quasi 5 $/t, squilibrio domanda-offerta e scorte in aumento

26 feb | Rottame e materie prime

India: le piccole e medie acciaierie chiedono il divieto di esportazione del minerale di ferro dopo il forte aumento ...

26 feb | Notizie

Minerale di ferro, prezzi CFR Cina – 23 febbraio 2024

23 feb | Rottame e materie prime

Australia, coking coal: prezzi relativamente stabili, ma emerge un certo rialzo dopo i presunti tagli in Cina

22 feb | Rottame e materie prime