Billette, esportatori dei paesi CIS costretti a ridurre i prezzi

venerdì, 05 novembre 2021 14:03:32 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Questa settimana i prezzi delle billette provenienti dai paesi CIS (regione del Mar Nero nello specifico) sono diminuiti a causa principalmente del peggioramento del clima in Turchia. Alcuni produttori hanno deciso di ridurre leggermente i prezzi, altri di ritirare le offerte, altri ancora di abbassare in modo significativo le offerte per attirare i compratori. 

Il sentiment è peggiorato in Turchia, dove è cresciuto il numero delle offerte di posizioni da parte dei trader, a prezzi tra i 660 e i 680 $/t CFR per billette provenienti da India e Medio Oriente. Secondo alcune fonti, un lotto da 30.000 tonnellate sarebbe stato venduto in Turchia a 670 $/t CFR. Tuttavia, la maggior parte dei compratori non sta facendo offerte d'acquisto considerato il trend ribassista del mercato. 

In queste condizioni, i prezzi delle billette CIS stanno subendo forti pressioni. Billette ucraine sono state vendute recentemente in Turchia a 660 $/t CFR. Il costo del trasporto dalla regione del Mar Nero alla Turchia è stimato in 35-40 $/t, pertanto il prezzo FOB in questo scambio è ammontato a circa 620-625 $/t. 

«La maggior parte delle acciaierie offriva a 650-660 $/t FOB, ma i nostri clienti chiedono 620-630 $/t FOB», ha affermato un fornitore russo, aggiungendo che gli esportatori russi saranno più attivi con le spedizioni di gennaio, vista la scadenza del dazio di 115 $/t sulle esportazioni. 

Anche la debolezza del mercato asiatico sta pesando sulle offerte dai paesi CIS. Nel breve termine non è prevista alcuna ripresa della domanda in Cina, dove i compratori chiedono prezzi non più alti di 630-640 $/t CFR. Nel Sud-est asiatico numerosi carichi vengono offerti a 660-675 $/t CFR. Un'acciaieria della Russia orientale ha offerto billette nelle Filippine a 685 $/t CFR, senza riuscire a trovare acquirenti. 

Nonostante tutto, alcuni fornitori della regione CIS non hanno perso l'ottimismo e credono che il trend ribassista giungerà al capolinea entro la metà di novembre, per trasformarsi in un rimbalzo verso fine mese. Anche per questo motivo, è raro che si registrino offerte inferiori ai 650 $/t FOB Mar Nero. Come accennato, alcuni produttori preferiscono addirittura restare fuori dal mercato per il momento. Infine, è circolato il rumor di una vendita dai paesi CIS all'America Centrale ad un livello di prezzo più alto all'inizio di questa settimana. 

Il prezzo di riferimento di SteelOrbis per le billette CIS è calato di 15 $/t ieri 3 novembre, 22,5 $/t in meno rispetto alla fine della scorsa settimana, attestandosi a 620-650 $/t FOB Mar Nero. 


Articolo precedente

Laminati mercantili: in crescita i prezzi export dalla Turchia

03 feb | Lunghi e billette

Iran, billette: in attesa l’export, sentiment per lo più negativo

03 feb | Lunghi e billette

Le acciaierie indiane frenano le esportazioni di billette

01 feb | Lunghi e billette

Turchia: il taglio delle tariffe energetiche rallenta il rialzo dei prezzi import delle billette

01 feb | Lunghi e billette

Billette: ancora positivi gli esportatori russi, mercato turco molto lento

26 gen | Lunghi e billette

Iran, billette: gli esportatori riescono a ottenere prezzi più alti

25 gen | Lunghi e billette

India, billette: prezzi export ancora in aumento

25 gen | Lunghi e billette

Turchia, import billette: si restringe il range dei prezzi

23 gen | Lunghi e billette

Turchia, billette: import in calo nel periodo gennaio-novembre

23 gen | Notizie

Turchia, billette: prezzi locali e import in calo, ma aspettative non del tutto negative

19 gen | Lunghi e billette