Tubi saldati, ulteriori aumenti di prezzo all'orizzonte sul mercato europeo

martedì, 31 luglio 2018 15:13:30 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Rispetto ad una settimana fa, le offerte da parte di un produttore bulgaro di tubi saldati sono rimaste invariate, cioè al livello di 600-640 €/t CPT per tubi ERW a norma EN 10219. Attualmente lo stesso produttore offre tubi saldati con destinazione Ungheria e Polonia a 610-620 €/t CPT, mentre le sue offerte verso Repubblica Ceca e Austria si attestano a 620-630 €/t CPT. Inoltre, le sue offerte destinate in Romania sono a 600-610 €/t CPT, mentre quelle dirette in Germania si collocano a quota 630-640 €/t CPT.
Secondo quanto appreso da SteelOrbis, sul mercato europeo dei tubi saldati i compratori continuano ad acquistare, ma i volumi scambiati sono inferiori al previsto a causa delle ferie estive. In ogni caso, il produttore in questione ha quasi completato il proprio portafoglio ordini per il mese di agosto e si appresta ad accettare ordini per le consegne di settembre, sulle quali prevede di applicare un aumento dei prezzi. 

Intanto, fonti riferiscono che alcuni autotrasportatori sono in vacanza, mentre altri sono concentrati sul trasporto di prodotti agricoli. Ciò ha portato ad una minor disponibilità di camion per il trasporto sul mercato siderurgico europeo. Di conseguenza, le acciaierie non sono in grado di accettare alcuni ordini a causa dei problemi legati ai trasporti. 
Ad agosto il mercato europeo dei tubi saldati dovrebbe apparire calmo a causa dei lavori di manutenzione programmati presso gli impianti della regione. Per contro, ci si aspetta che i paesi dell'UE continuino ad acquistare tubi saldati da paesi terzi fino a che non verrà raggiunta la quota stabilita dalla Commissione Europea nell'ambito della propria indagine di salvaguardia. 


Ultimi articoli collegati

Spagna: produttori siderurgici chiedono una riduzione dei prezzi dell'energia

Invariato il prezzo di riferimento del ferrocromo in Europa

Francia, import/export siderurgico in forte calo nel periodo gennaio-maggio

Turchia: dazio aggiuntivo sulle importazioni di alcuni prodotti in acciaio

Tata Steel, i lavoratori di IJmuiden sospendono lo sciopero