Minerale di ferro, forte rialzo dei prezzi dopo il crollo della diga in Brasile

lunedì, 28 gennaio 2019 18:21:40 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Dopo aver chiuso la scorsa settimana con un aumento dello 0,67 percento, i prezzi del minerale australiano con un contenuto di ferro del 62% sono aumentati di 3,5 $/t oggi 28 gennaio, aprendo la settimana corrente a quota 77,3-78,4 $/t CFR Cina. Il crollo di una diga del produttore minerario Vale ha infatti causato un forte rialzo dei prezzi internazionali del minerale ferroso. 

La principale ragionei dei ribassi registrati per buona parte della scorsa settimana era stata la minor domanda cinese, dovuta a sua volta al fatto che la maggior parte dei produttori siderurgici aveva terminato di rifornire le proprie scorte di minerale. Ciononostante, secondo quanto appreso da SteelOrbis, l'utilizzo di minerale ferroso negli impianti di sinterizzazione è cresciuto nell'arco delle ultime due settimane, segnalando una buona domanda cinese nel complesso. Gli operatori cinesi dovrebbero abbandonare il mercato alla fine di questa settimana in vista delle festività di capodanno, per poi tornare operativi nella seconda settimana di febbraio. Di conseguenza, in questo periodo non si attendono sviluppi significativi per la domanda cinese di minerale di ferro.  

Nel frattempo, il segretario al commercio statunitense Wilbur Ross ha detto che l'esito dei negoziati tra Stati Uniti e Cina "dipenderà dalla volontà di Pechino di approfondire le sue riforme economiche e aprire ulteriormente i propri mercati". Sono attesi annunci in merito dopo che il vice premier cinese Liu He avrà incontrato il rappresentante al commercio statunitense Robert Lighthizer il prossimo 30-31 gennaio a Washington. Si prevede che qualsiasi sviluppo derivante da questi colloqui possa influenzare i contratti future sull'acciaio e l'andamento dei prezzi del minerale ferroso. 


Ultimi articoli collegati

Vale aumenta il livello di rischio nella diga Sul Inferior

USA: rallenta la produzione di acciaio grezzo nell'ultima settimana

USA: prezzi degli zincati a caldo invariati ma potrebbero calare a febbraio

JSW rimanda il completamento dell'espansione produttiva a Dolvi

Billette, previsto un aumento delle vendite dall'Iran