Ghisa: gli acquirenti si aspettano un calo fino a 20 $/t a livello globale, attività minima a causa della resistenza dei venditori

lunedì, 19 febbraio 2024 09:39:51 (GMT+3)   |   Istanbul
       

I prezzi della ghisa basica (BPI) sono rimasti sotto pressione durante la scorsa settimana. Sebbene l’attività sia scesa a livelli minimi poiché la maggior parte dei venditori si è dimostrata riluttante a offrire grandi sconti, le aspettative riguardano possibile un calo di 10-20 $/t nelle nuove trattative.

Nel mercato della BPI di importazione negli Stati Uniti, l’attività è stata minima la scorsa settimana, ma le offerte di acquisto delle principali acciaierie sono ulteriormente diminuite. Secondo alcune fonti, la scorsa settimana le acciaierie statunitensi hanno presentato offerte di acquisto a 440-450 $/t CFR per BPI con un contenuto di fosforo dello 0,15%. I principali venditori di BPI ad alto contenuto di manganese dal Brasile, tuttavia, non sono stati attivi, in parte a causa del carnevale e in parte perché hanno resistito con forza ai tagli di prezzo rispetto alle offerte riportate a 440 $/t FOB la scorsa settimana. Ci sono ancora alcune offerte di trader per BPI ad alto contenuto di manganese dall’Ucraina e dal Brasile, che sono già state spedite negli Stati Uniti e vengono offerte dai porti. Ma anche in questo caso le offerte si sono attestate a 460-470 $/t CFR come minimo. Non ci sono «ancora accordi con gli Stati Uniti, quindi una diminuzione nella nuova tornata [di acquisti] è inevitabile» ha affermato un trader. Il prezzo di riferimento per  BPI d’importazione (sia ad alto che a basso contenuto di manganese) negli Stati Uniti è stato corretto leggermente al ribasso di 5 $/t due settimane fa a 460-480 $/t CFR in un contesto di sentiment più debole, ma ancora in assenza di accordi.

Anche nel mercato BPI del Mar Nero l’atmosfera è diventata più ribassista, a seguito del recente calo dei prezzi del rottame in Turchia. Sebbene le grandi acciaierie russe stiano ancora segnalando offerte per BPI ad alto contenuto di manganese a un prezzo non inferiore a 420 $/t FOB Mar Nero, fonti di mercato dubitano che riusciranno a ripetere le vendite a tali livelli nel prossimo futuro. «Il mercato è sotto pressione» ha affermato un trader europeo. «Penso che tutti i metalli diminuiranno di 20-30 $/t. I prezzi dei lunghi sono già diminuiti di 30 €/t rispetto a 10 giorni fa».

Nella principale destinazione delle importazioni per BPI russo, ovvero l’Europa, i prezzi sono rimasti nell’ampio range di 425-450 $/t CFR, con la fascia inferiore che riflette il livello ricercato dalle acciaierie per grandi volumi. Secondo alcune fonti, però, nei prossimi accordi con l’Italia sarà difficile superare i 420-440 $/t CFR. «Il mercato si sta indebolendo perché siamo in difficoltà con le vendite [dei prodotti finiti] e non c’è alcun aumento dei prezzi… Loro [i venditori russi] non stanno tagliando i prezzi ufficialmente, ma stanno chiedendo offerte di acquisto, significa che sono pronti a discutere» ha dichiarato un importatore europeo.

In Turchia, un piccolo volume di BPI russo è stato offerto a 440 $/t CFR, simile alla scorsa settimana, ma «nessuno osa prenderlo. Tutti aspettano un calo» ha commentato un trader che vende in Turchia. «Penso che abbiamo finito con la tendenza precedente e che i prezzi scenderanno lentamente. I trader potrebbero iniziare a vendere allo scoperto d'ora in poi» ha aggiunto.

Il prezzo di riferimento di SteelOrbis per BPI dal Mar Nero è stato corretto a 395-415 $/t FOB, rispetto ai 395-423 $/t FOB della settimana scorsa.


Articolo precedente

Ghisa, i venditori dalla Russia non riescono a raggiungere prezzi più alti, continuano i tentativi di aumento

19 apr | Rottame e materie prime

IIMA, ghisa basica: le acciaierie brasiliane puntano a prezzi export più alti, l’impatto del rottame diminuisce

19 apr | Rottame e materie prime

Ucraina, ArcelorMittal Kryvyi Rih registra un aumento di produzione nel primo trimestre: l’obiettivo è il 50% della ...

18 apr | Notizie

Turchia, ghisa: aumentano le importazioni nel periodo gennaio-febbraio

16 apr | Notizie

Ucraina, ghisa: produzione in aumento nel primo trimestre

10 apr | Notizie

Assofermet Rottami: mercato nazionale in ribasso, possibili tensioni sui prezzi

09 apr | Notizie

Ghisa basica: mercato silenzioso dopo gli accordi di due settimane fa, gli acquirenti non si aspettano un aumento dei ...

08 apr | Rottame e materie prime

Brasile, ghisa: in aumento le esportazioni a marzo

08 apr | Notizie

Ucraina: Zaporizhstal aumenta la produzione di ghisa nel primo trimestre

04 apr | Notizie

Russia, ghisa basica: esportate più di 100.000 t, prezzi in aumento rispetto alle idee degli acquirenti ma simili alla ...

29 mar | Rottame e materie prime