Italia: si interrompe la discesa dei prezzi dei coils

giovedì, 11 aprile 2019 12:01:20 (GMT+3)   |   Brescia
       

Nonostante il perdurare della scarsa domanda, il calo dei prezzi dei coils sembra essersi arrestato nell'ultima settimana. I compratori continuano a possedere scorte elevate, ma i produttori sono più restii a concedere ulteriori diminuzioni tenuto conto dell'incremento dei costi delle materie prime. Secondo le fonti interpellate, i prezzi potrebbero riprendere a scendere qualora le offerte di importazione raggiungessero livelli competitivi. 

Le quotazioni base dei coils laminati a caldo (HRC) si collocano ancora tra i 460 e i 475 €/t franco produttore. Allo stesso tempo, i prezzi dei coils laminati a freddo (CRC) e dei coils zincati a caldo (HDG) si attestano rispettivamente a 535-545 €/t e a 540-555 €/t franco produttore. 
La discesa era iniziata nella seconda settimana di marzo, dopo che i prezzi dei coils a caldo avevano raggiunto i 485-495 € f.p.


Ultimi articoli collegati

CISA: calo della produzione giornaliera di acciaio, scorte in aumento

Cina: Shagang abbassa i prezzi dei coils a caldo

Export USA di filo trafilato in calo a dicembre

Prezzi degli OCTG ancora invariati negli USA

Importazioni statunitensi di laminati mercantili in aumento a dicembre