India: import di prodotti piani assente a causa del deprezzamento della rupia

giovedì, 11 ottobre 2018 10:23:43 (GMT+3)   |   Calcutta
       

Secondo quanto appreso da SteelOrbis, in India le offerte relative a coils laminati a caldo (HRC) provenienti dalla Cina si attestano attualmente a 622 $/t CFR Mumbai, facendo registrare un calo di circa 15 dollari rispetto alla scorsa settimana. Allo stesso tempo, le offerte cinesi riguardanti coils a freddo (CRC) sono scese di 10 dollari, a circa 730 $/t CFR Mumbai. Infine, sono rimaste invariate le offerte relative alle lamiere cinesi, che continuano ad attestarsi a 650 $/t CFR Mumbai. 

Nonostante le diminuzioni di prezzo, gli importatori indiani non se la stanno sentendo di assumersi il rischio di ordinare materiale estero, a fronte sia delle recenti oscillazioni del tasso di cambio sia delle voci della possibile adozione di misure da parte del governo indiano con l'obiettivo di frenare l'import di prodotti quali acciaio e minerale ferroso. Essi torneranno ad acquistare quando verrà fatta maggiore chiarezza sulle decisioni del governo e sul loro impatto sui prezzi del materiale importato. 


Ultimi articoli collegati

Coils a caldo, esportatori indiani ottimisti

India: dazio antidumping definitivo su acciai rivestiti provenienti da Cina, Vietnam e Corea del Sud

Coils a caldo, esportatori indiani preoccupati dalle tensioni con la Cina

Coils a caldo, esportatori indiani cauti nell'alzare i prezzi

Coils a caldo, gli esportatori indiani alzano i prezzi ma la domanda si indebolisce