I dazi cinesi spaventano le esportazioni di HRC. Le acciaierie alzano i prezzi

mercoledì, 28 luglio 2021 15:43:00 (GMT+3)   |   Shanghai
       

I prezzi di coils laminati a caldo CFR Cina hanno registrato un leggero aumento nell'ultima settimana, dimostrandosi in linea con il trend del periodo.

Due le cause principali: l’aumento dei prezzi nel mercato interno e le voci riguardanti possibili dazi sulle esportazioni a partire dal 1° agosto, che hanno spinto i commercianti cinesi a temporeggiare sulla chiusura di nuovi contratti.

Al momento, per i carichi di settembre il prezzo dato dai principali produttori cinesi per gli HRC SS400 con aggiunta di boro è di 970-1.030 $/t franco a bordo, 1.000 $/t franco a bordo in media, in aumento di 10 $/t rispetto alla scorsa settimana.

Il prezzo dell'HRC SS400 delle acciaierie cinesi di piccole dimensioni è di 940-960 $/t FOB: in base all'abilità di trattativa, per i carichi diretti in alcuni paesi come il Sud America è stato stimato che il prezzo potrebbe assestarsi a 930-940 $/t FOB.

«I produttori sono alla ricerca di opportunità in regioni dove i prezzi sono più alti che in Asia. Ad esempio, in un prossimo futuro l’America Latina potrebbe essere una destinazione preferenziale per l’export cinese» ha spiegato un trader internazionale a SteelOrbis. In Vietnam, i compratori per i coils SS400 sono disposti a pagare fino a 900 $/t FOB e le trattative si sono fermate.

Le piccole acciaierie cinesi e i trader offrirebbero coils laminati a caldo SAE1006 a 950-970 $/t FOB, ma in Vietnam il massimo raggiungibile è 925-930 $/t e la domanda è estremamente bassa. «La domanda scarseggia – ha commentato una fonte dal Vietnam – ma in Cina anche l’offerta è scesa dopo le voci sui dazi di agosto. Nessuno ha voglia di rischiare».

In Cina, nell’ultima settimana, i prezzi degli HRC sono aumentati enormemente in seguito ai limiti posti dal governo cinese alla produzione di acciaio. Tuttavia, la domanda di HRC ha continuato a scarseggiare e le transazioni sono state poche. Per le prossime settimane, il mercato dei coils laminati a caldo dovrebbe avere un andamento laterale in Cina.

In base ai dati di SteelOrbis, il 27 luglio il prezzo dei coils laminati a caldo in Cina si è attestato a 5.280-5920 RMB/t (877-899 $/t) franco fabbrica, per un prezzo medio più alto di 110 RMB/t (17 $/t) rispetto al 20 luglio. Confrontando il dato di ieri con quello di lunedì 26 luglio, si nota che in media le quotazioni ora sono più alte di 25 RMB/t (3,9 $/t).

Il 27 luglio, i prezzi dei future sull’HRC sullo Shanghai Futures Exchange (SHFE) sono risultati stabili a 5.896 RMB/t (911 $/t), in calo di 72  RMB/t (11,11 $/t) o dell’1,2% rispetto al 20 luglio.

1 $ = 6,4734 RMB


Articolo precedente

Cina, laminati a caldo: offerte export in aumento per via dei future più forti, domanda problematica

29 nov | Piani e bramme

Giappone, coils a caldo: gli esportatori continuano a tagliare i prezzi

29 nov | Piani e bramme

Vietnam: continuano ad aumentare le assegnazioni all’esportazione di HRC

29 nov | Piani e bramme

India, export coils a caldo: vendite in aumento, prezzi più bassi rispetto alla scorsa settimana

29 nov | Piani e bramme

Coils a caldo: aumentano i prezzi dell’export brasiliano

29 nov | Piani e bramme

Cina, lamiera: stabili i prezzi export, in un range limitato i prezzi locali

28 nov | Piani e bramme

Coils a caldo: gli esportatori indiani puntano a prezzi più alti, mood migliore

25 nov | Piani e bramme

Sudest asiatico: acciaierie attive nell’export di bramme, l’import si concentra su altre fonti

24 nov | Piani e bramme

Cina: in calo le scorte dei principali prodotti siderurgici finiti

24 nov | Notizie

Coils a caldo europei: i prezzi sembrano aver toccato il fondo, ma è ancora in dubbio l’aumento

23 nov | Piani e bramme