Bramme d’importazione: gli ordini arriveranno dall'Europa, non dalla Turchia

venerdì, 17 giugno 2022 11:22:49 (GMT+3)   |   Istanbul
       

L'attività nel settore delle bramme d'acciaio si è indebolita nel mercato turco, a seguito del forte calo del mercato del rottame e della continua flessione nel segmento dei coils laminati a caldo (HRC). Inoltre, le fonti disponibili sono ancora limitate e la differenza di prezzo tra i vari fornitori è enorme, il che confonde gli acquirenti. In generale, ci si aspetta un ulteriore calo dei prezzi delle bramme, ma molti acquirenti seguiranno da vicino l'andamento del mercato del rottame. Nell'UE c'è ancora domanda da parte delle acciaierie per l'importazione di bramme che erano state fornite in precedenza da Russia e Ucraina. Tuttavia, il numero di offerte è limitato anche per gli acquirenti europei.

Alcune fonti riferiscono che l'ultimo accordo concluso in Turchia per bramme provenienti dal Donbass, vendute da un trader russo, è stato chiuso a 570-575 $/t CFR per circa 20.000-25.000 tonnellate. Nel frattempo, le acciaierie russe negoziavano intorno ai 590-600 $/t CFR e ci sono stati scambi a livelli simili all'inizio di questa settimana. Tuttavia, a seguito della flessione dei mercati del rottame e degli acciai piani, acquirenti e venditori concordano sul fatto che al momento il livello praticabile non è molto al di sopra dei 570-580 $/t CFR. Le offerte per gli HRC in Turchia si aggirano intorno ai 770-800 $/t franco produttore, ma potrebbero essere raggiunti livelli inferiori di 10-20 $/t. Di conseguenza, lo scarto tra i prezzi delle bramme russe e degli HRC turchi è di minimo 180-200 $/t e ciò implica ampi margini per gli acquirenti. Tuttavia, la gestione del materiale proveniente dalla Russia comporta grossi rischi a causa delle sanzioni internazionali. Pertanto, gli acquirenti turchi non hanno fretta di concludere affari. In alternativa alla Russia, ci sono offerte di bramme dall'India a 700 $/t CFR per le spedizioni di luglio-agosto, una cifra troppo alta per le acciaierie turche. Le offerte dal Brasile si attestano a 750 $/t FOB, ma il prezzo con consegna in Turchia non sarebbe praticabile tenendo conto di un trasporto di almeno 120 $/t.

SteelOrbis ha appreso che nell'UE, dove la Russia è limitata nelle vendite a causa delle sanzioni, le offerte dall'India sono di 720-730 $/t CFR. Alcune fonti di mercato prevedono che diverse acciaierie asiatiche esprimeranno a breve le loro offerte, rivolgendosi al mercato dell'UE piuttosto che a quello turco per via dei prezzi più favorevoli. Per quanto riguarda la principale acciaieria vietnamita, ci si può aspettare un prezzo di circa $700/t FOB, tenendo conto dei suoi prezzi HRC. Nonostante il drastico calo dei prezzi a livello globale, il venditore deve essere flessibile e presentare offerte vicine a quelle indiane per attirare l'attenzione dei clienti. «Alcuni accordi per le bramme potrebbero essere conclusi nel mercato italiano – ha affermato una fonte – poiché i clienti che prima acquistavano dall'Ucraina e dalla Russia hanno bisogno di ordinare semilavorati a prezzi ridotti per continuare a lavorare».


Articolo precedente

Prezzi dell’energia: un fattore chiave per il mercato metallurgico europeo nel 2022

03 feb | Notizie

Turchia, richiesta per laminati a caldo e bramme d’importazione

12 dic | Piani e bramme

Sudest asiatico: acciaierie attive nell’export di bramme, l’import si concentra su altre fonti

24 nov | Piani e bramme

Asia, bramme: prezzi in calo, in linea con il mercato più debole dei laminati a caldo

14 ott | Piani e bramme

Bramme, Asia: tagli alle offerte d’acquisto

20 set | Piani e bramme

Russia, riprese le vendite di laminati a caldo e bramme alla Turchia

12 set | Piani e bramme

Bramme: fermo il mercato asiatico per mancanza di venditori

05 set | Piani e bramme

Turchia, la Russia domina il mercato dei coils a caldo e delle bramme

01 set | Piani e bramme

Russia, vendite aggressive di bramme e laminati a caldo in Turchia

21 lug | Piani e bramme

Russia, ulteriori tagli ai prezzi delle bramme per vendere in Cina

04 lug | Piani e bramme