Turchia: la domanda di laminati mercantili resta debole nei mercati export

venerdì, 08 giugno 2018 12:24:23 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Nelle ultime due settimane la domanda di travi e laminati mercantili turchi è rimasta debole a livello internazionale. Nel periodo in cui il Canada era esentato dalle tariffe statunitensi della Section 232, la Turchia aveva chiuso numerose vendite di laminati mercantili destinate al paese nordamericano. Ciononostante, dopo la cancellazione delle esenzioni per Messico, Canada e paesi dell'UE, annunciata il 31 maggio, la necessità di ricorrere all'import è diminuita in Canada; pertanto, si sono interrotte le vendite di laminati mercantili dalla Turchia verso il paese in questione.

Attualmente, la Turchia sta effettuando vendite in Medio Oriente e Africa e, in misura inferiore, in Europa. Diversamente da quanto registrato per altri prodotti lunghi, le acciaierie turche non hanno ancora ricevuto ordini di laminati mercantili da parte dei compratori statunitensi. 

Rispetto a quindici giorni fa, le offerte degli esportatori turchi di travi e laminati mercantili sono rimaste nel range di 590-600 $/t FOB. Secondo le fonti interpellate da SteelOrbis, la maggior parte delle offerte si concentra verso il limite superiore del range in questione. 


Ultimi articoli collegati

USA: export di barre laminate a caldo in flessione a dicembre

Billette CIS: cresce la domanda, ma anche la competizione

Minerale di ferro, prezzi al 14 febbraio

Prezzi degli zincati a caldo in rialzo negli Emirati Arabi

Turchia: Icdas alza ulteriormente il prezzo del tondo