Tondo, gli esportatori turchi riducono ulteriormente i prezzi

venerdì, 21 giugno 2019 16:27:27 (GMT+3)   |   Istanbul
       

I produttori turchi hanno ridotto ulteriormente i prezzi del tondo a fronte sia della scarsa domanda sia del calo delle quotazioni del rottame. Rispetto ad una settimana fa, le offerte all'esportazione sono scese di 12,5 dollari, raggiungendo i 460-465 $/t FOB (peso effettivo). Come riportato la scorsa settimana, le offerte d'acquisto dei clienti europei si collocavano tra i 460 e i 465 $/t FOB, di conseguenza la recente revisione delle offerte turche è andata incontro alle loro richieste. 

Intanto, nonostante gli Stati Uniti abbiano abbassato il dazio sull'acciaio turco, i compratori statunitensi sono restii ad acquistare materiale proveniente dalla penisola anatolica. Temono infatti un possibile incremento del dazio prima dell'arrivo del materiale ai porti e non sono certi di quale sarebbe il soggetto sul quale graverebbero eventuali costi aggiuntivi in tale circostanza.

D'altro canto, è cresciuto il vantaggio competitivo delle acciaierie turche dopo che si è ridotto il gap tra i loro costi di produzione e quelli dei competitor internazionali; una circostanza determinata dall'abbassamento dei prezzi del rottame e dall'aumento dei quelli del minerale di ferro. Secondo le fonti interpellate da SteelOrbis, i produttori turchi potrebbero concentrarsi maggiormente sui mercati del Far East nel prossimo periodo. Ciononostante, essi stanno ancora ricevendo richieste di prezzo dai mercati dell'Africa occidentale e del Sud America. 


Ultimi articoli collegati

Italia, commercio extra UE: esportazioni a +5,2% in gennaio-novembre

Import statunitense di acciaio in calo del 17,3% nel 2019

USA: mercato degli OCTG in lieve ribasso, negative le previsioni sul prezzo del petrolio

Vale aumenta il livello di rischio nella diga Sul Inferior

USA: rallenta la produzione di acciaio grezzo nell'ultima settimana