Billette, i fornitori CIS riducono i prezzi a fronte della scarsa domanda

giovedì, 09 maggio 2019 15:17:23 (GMT+3)   |   Istanbul
       

I prezzi delle billette provenienti dai paesi CIS hanno continuato a tendere al ribasso nell'ultima settimana. La domanda è diminuita dal momento che i compratori del Far East stanno attendendo l'esito delle trattative commerciali tra USA e Cina. 

Secondo quanto appreso da SteelOrbis, un compratore algerino ha acquistato billette ucraine a un prezzo di 440-445 $/t CFR. Intanto, nonostante le offerte destinate agli Emirati Arabi si attestino a 460 $/t CFR, i compratori locali non sono disposti a pagare un prezzo superiore ai 450 $/t CFR.

La debolezza della domanda in generale ha accresciuto la pressone negativa sui prezzi, che nell'ultima settimana sono passati da 425-430 $/t FOB a 420-425 $/t FOB, e in taluni casi perfino a livelli inferiori. 

L'aumento delle tensioni politiche in Turchia (importante mercato per gli esportatori CIS) e il deprezzamento della lira turca hanno impedito alla domanda di billette di crescere all'interno del paese. Per la Turchia si registrano diverse offerte a quota 425-435 $/t CFR e altre a 420-425 $/t CFR. Dal momento che le vendite di acciai finiti continuano ad essere insoddisfacente, la domanda di billette resta debole nel paese e le acciaierie turche continuano a premere per un abbassamento dei prezzi d'acquisto. 


Ultimi articoli collegati

Minerale di ferro, prezzi supportati da un miglioramento del sentiment in Cina

Prezzi delle lamiere stabili negli USA

Cina: prezzi del ferromanganese sul mercato locale – settimana 8

ArcelorMittal Kryviy Rih avvia i test a caldo presso la nuova colata continua

Ricavi in calo per China Steel Corporation a gennaio