Tenaris, crollo in borsa dopo le accuse di corruzione all'AD Rocca

venerdì, 30 novembre 2018 13:45:12 (GMT+3)   |   San Paolo
       

Le azioni del Gruppo siderurgico Tenaris sono crollate del 7,3% tra martedì e mercoledì, da 11,75 a 10,90 euro, dopo che Paolo Rocca, amministratore delegato della società, è stato accusato di corruzione nell’ambito di un’indagine in Argentina. La famiglia Rocca possiede il 60% di Tenaris.

Secondo quanto riportato dai media, Rocca è stato associato all'ex presidente Cristina Kirchner, anche lei nel registro degli indagati del giudice federale Claudio Bonadio. Una serie di imprese e società sudamericane, incluso il gruppo Techint della famiglia Rocca, avrebbe corrotto funzionari, dirigenti ed esponenti di governo durante l’era Kirchner (2007-2015), per ottenere appalti per forniture e opere pubbliche. Tenaris ha puntualizzato tuttavia che in circa 10 anni meno dell’1% delle opere pubbliche argentine sarebbero state assegnate a Techint.

Il giudice tuttavia intende valutare altre ipotesi. Nel 2008, il presidente del Venezuela Hugo Chávez nazionalizzò la siderurgica Sidor, controllata direttamente da Techint. Si trattò di un processo lungo e violento di fronte al quale il gruppo Teching richiese l'appoggio del governo al fine di salvaguardare l'integrità fisica e il rimpatrio di oltre 200 dipendenti del gruppo e delle loro famiglie. Nel continente l’unico paese che aveva mantenuto rapporti quantomeno di dialogo con Chavez era l’Argentina, allora guidata da Cristina Kirchner. Il governo argentino si confrontò quindi con Chávez per velocizzare le pratiche della nazionalizzazione della Sidor, con relativa liquidazione di quasi due miliardi di dollari al gruppo dei Rocca. Un manager di Techint risulterebbe oggi indagato proprio per tangenti “con cadenza mensile” versate in quel periodo.

L’amministratore delegato di Tenaris ha smentito le accuse: “Non sono stato coinvolto nei pagamenti, non li ho autorizzati e non ne ero a conoscenza”, ha dichiarato Rocca al quotidiano argentino Perfil.


Ultimi articoli collegati

USA annunciano nuovi dazi su prodotti derivati dell'acciaio e dell'alluminio

JSW Steel, utile netto in diminuzione nei primi nove mesi dell'anno fiscale

Cina: prezzi di cromo e ferrocromo – settimana 4

In calo le importazioni statunitensi di tubi strutturali a novembre

Coils zincati a caldo, stabili le offerte indiane