Crisi dei chip, Renault taglia le stime di produzione

venerdì, 22 ottobre 2021 15:33:41 (GMT+3)   |   Istanbul
       

La casa automobilistica francese Renault ha stimato una perdita di produzione intorno alle 170.000 unità per il terzo trimetre di quest'anno a causa della carenza di componenti (in particolare semiconduttori). La perdita prevista è di quasi 500.000 veicoli per l'anno, rispetto ai 200.000 veicoli della precedente previsione, risalente agli inizi di settembre.

Il gruppo ha annunciato che i suoi ricavi di vendita nel terzo trimestre di quest'anno sono stati pari a 9 miliardi di euro, in calo del 13,4%, mentre le sue vendite globali sono diminuite del 22,3% a 599.027 veicoli, in entrambi i casi su base annua. 

Renault ha dichiarato che, nonostante l'aumento delle perdite di produzione stimate per quest'anno, è confermato l'obiettivo di raggiungere un tasso di margine operativo in linea con quello del primo semestre (2,8% del fatturato). La società punta inoltre a ottenere un flusso di cassa operativo positivo nel settore automobilistico per l'anno fiscale. Il portafoglio ordini del Gruppo in Europa alla fine di settembre 2021 ha raggiunto il record massimo da 15 anni. «Le azioni intraprese per abbassare ulteriormente i costi e massimizzare il valore della produzione ci permettono di confermare la nostra guidance per l'anno, nonostante i risultati del terzo trimestre e la visibilità ridotta per il quarto trimestre», ha affermato Clotilde Delbos, direttore finanziario del Gruppo Renault.


Ultimi articoli collegati

BIR critica la proposta della Commissione europea sulle spedizioni di rifiuti

Cop 26, 33 paesi verso la vendita di veicoli a emissioni zero

ArcelorMittal Poland ordina un impianto per la depurazione del gas d'altoforno

Francia: import/export di acciaio in crescita a gennaio-settembre

Eurofer: produzione auto in crescita del 9% quest'anno, del 12,1% nel 2022