CISA: escluse variazioni significative dei prezzi degli acciai finiti in Cina

venerdì, 25 gennaio 2019 12:27:33 (GMT+3)   |   Shanghai
       

Secondo un nuovo rapporto pubblicato dalla China Iron and Steel Association (CISA), sono tre i fattori cui gli operatori del mercato degli acciai finiti dovranno prestare attenzione nel prossimo periodo.

Prima di tutto, nell’intero 2018 la produzione cinese di acciaio grezzo è ammontata a 928 milioni di tonnellate, il livello annuo più elevato di sempre, crescendo di 57,47 milioni di tonnellate (o del 6,6%) rispetto al 2017. L’elevato volume di produzione esercita una pressione negativa sul mercato siderurgico.

Secondariamente, al 18 gennaio l’indice composito dell’acciaio (CSPI) nel mercato domestico cinese è sceso a 105,76 punti, in calo dell’1,27% rispetto a fine dicembre. Tuttavia, l’indice dei prezzi del minerale ferroso in Cina (CIOPI) al 18 di gennaio è salito a 73,65 $/t, il 6,69% in più rispetto a fine dicembre. La diversa tendenza tra i prezzi del minerale di ferro d’importazione e i prezzi degli acciai finiti ha portato a una riduzione della redditività dei produttori siderurgici.

In terzo luogo, nel 2018 il volume delle esportazioni di acciai finiti cinesi è ammontato a 69,34 milioni di tonnellate, registrando un calo per il terzo anno consecutivo. Nel 2019, la ripresa dell’economia globale dovrebbe rallentare, mentre il protezionismo commerciale continuerà ad influenzare negativamente il mercato siderurgico globale.

Al 18 di gennaio, le scorte di acciai finiti sono ammontate a 11,02 milioni di tonnellate, aumentando di 1,57 milioni di tonnellate rispetto a fine 2018 (+16,58%) e di 1,68 milioni di tonnellate (+18,05%) su base annua. In particolare, le scorte di tondo e vergella sono cresciute, mentre le scorte di altri prodotti sono rimaste stabili, a dimostrazione che gli operatori del mercato hanno accumulato scorte per il periodo successivo alle festività. I prezzi del tondo e della vergella potrebbero aumentare dopo le festività del capodanno cinese

Nel rapporto della CISA si legge infine che, nel prossimo periodo, i prezzi degli acciai finiti non registreranno aumenti significativi in Cina, bensì seguiranno un andamento altalenante.


Ultimi articoli collegati

Cina: calo delle importazioni di coking coal a maggio

Cina: prezzi di molibdeno, ferromolibdeno, cromo e ferrocromo – settimana 27

Cina: forte calo dei profitti del settore siderurgico nei primi cinque mesi

Coils inox, invariate le offerte cinesi

Cina: prezzi di molibdeno, ferromolibdeno, cromo e ferrocromo – settimana 26