Cile: dazio antidumping provvisorio sulle sfere di macinazione cinesi

martedì, 22 gennaio 2019 10:59:18 (GMT+3)   |   San Paolo
       

Il ministero delle finanze cileno ha imposto un dazio antidumping (AD) provvisorio del 9% sulle importazioni cinesi di sfere di macinazione in acciaio, secondo un avviso pubblicato nella Gazzetta ufficiale del paese in data 19 gennaio.

Il dazio provvisorio, entrato in vigore il 19 gennaio, durerà fino a un massimo di sei mesi.

La Commissione per la distorsione dei prezzi cilena, CNDP, aveva avviato nel maggio 2018 un'indagine AD sulle importazioni del prodotto proveniente dalla Cina, a seguito di una richiesta da parte del produttore di acciaio locale CAP Acero.

Di conseguenza, il 23 novembre 2018, il CNDP aveva suggerito un dazio antidumping provvisorio del 9%.

La raccomandazione è stata esaminata e approvata dal ministro delle finanze del paese e firmata dal presidente.

Il prodotto soggetto al dazio AD provvisorio è classificato al codice dell'HS cileno 7326.1110, come dichiarato dal ministero delle finanze nel documento depositato il 19 gennaio.


Ultimi articoli collegati

Turchia: prosegue il calo dei prezzi dei prodotti piani

Vale e Sumitomo, accordo per il disinvestimento da una società mineraria

Turchia, interrogazione di Tajani e Salini alla Commissione UE: export di acciaio usato per finanziare azioni militari

Import di lamiera tagliata a misura negli Stati Uniti in diminuzione ad agosto

Turchia: crescono i prezzi del rottame proveniente da USA e regione baltica