Turchia: in rialzo i prezzi del rottame proveniente dalla regione baltica

mercoledì, 04 dicembre 2019 17:15:54 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Cresce ancora il prezzo del rottame con destinazione Turchia. Secondo quanto appreso da SteelOrbis, di recente un'acciaieria della regione turca di Iskenderun ha ordinato un carico da 17.000 tonnellate di HMS I/II 95:5 proveniente dalla Russia a un prezzo di 290 $/t CFR, con spedizione a gennaio. In base a questo scambio, si stima un prezzo dell'HMS I/II 80:20 pari a 283 $/t CFR, in rialzo cioè di 3 $/t rispetto al prezzo registrato in una precedente vendita dalla regione baltica. 

Sempre oggi si è avuta notizia di un'altra transazione. Un'acciaieria turca ha acquistato un carico di rottame proveniente dal Belgio. Più nel dettaglio, lo scambio ha riguardato 20.000 tonnellate di HMS I/II 75:25 al prezzo di 267 $/t CFR e 10.000 tonnellate di frantumato a 279 $/t CFR. Le fonti stimano un prezzo dell'HMS I/II 80:20 pari a 274 $/t CFR. SteelOrbis ha potuto confermare che lo scambio in questione è stato chiuso in data 3 dicembre. 

I produttori turchi sono ancora piuttosto attivi negli acquisti di rottame, tuttavia i fornitori non hanno particolare fretta di offrire. I prezzi stanno tendendo verso l'alto e le operazioni di raccolta stanno subendo un graduale rallentamento a causa del periodo invernale. Di conseguenza diverse fonti riferiscono di qualche difficoltà nel reperimento di navi per effettuare spedizioni nella prima metà di gennaio. Per il momento prevale un sentiment rialzista. 


Ultimi articoli collegati

Turchia: stabili i prezzi del rottame da cantieristica navale

Rottame, stabile il prezzo import in Turchia

Turchia: lieve aumento del rottame proveniente da porti vicini

Rottame, la Turchia spinge sull'acceleratore degli acquisti

Rottame, prezzo in aumento in un nuovo scambio USA-Turchia