Rottame, prosegue il rialzo dei prezzi import in Turchia

martedì, 05 febbraio 2019 16:44:39 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Nelle ultime due settimane la domanda di rottame è rimasta forte in Turchia e ha permesso ai prezzi di importazione dell'HMS I/II 80:20 di passare dai precedenti 283 $/t agli attuali 315 $/t CFR. Al momento la domanda riferita al rottame proveniente da regioni vicine è più forte rispetto a quella riferita al materiale proveniente dai territori d'oltremare. 

Secondo quanto appreso da SteelOrbis, le offerte in arrivo dalla regione baltica e dagli Stati Uniti per l'HMS I/II 80:20 superano i 320 $/t CFR Turchia. Le fonti hanno riferito di una transazione conclusa a questo livello di prezzo per del rottame proveniente dal baltico, tuttavia i relativi dettagli non sono stati confermati. 

Nel frattempo, l'aumento dei prezzi del rottame proveniente da regioni limitrofe è proseguito in parrallelo con il rafforzamento della domanda. Le ultime offerte riguardanti rottame A3 in arrivo dalla Russia si sono attestate a 325 $/t CFR Turchia, mentre quelle provenienti da altre regioni vicine per lo stesso materiale si sono collocate a quota 320 $/t CFR. L'idea di prezzo dei produttori siderurgici turchi, tuttavia, si posiziona 5 dollari al di sotto. Per questa settimana sono previsti numerosi scambi a prezzi tra i 315 e i 325 $/t CFR Turchia. 


Ultimi articoli collegati

Cina: produzione di acciaio grezzo in crescita nel 2019

Minerale di ferro in ripresa, cresce la domanda per il materiale di qualità

Tubi saldati, stabili le offerte turche ma con sconti su grossi volumi

India: il rafforzamento della rupia sostiene i prezzi degli zincati a caldo all'export

Rottame, significativo calo del prezzo nell'ultimo scambio USA-Turchia