Rottame, le acciaierie turche non ottengono i prezzi desiderati

martedì, 18 dicembre 2018 17:07:25 (GMT+3)   |   Istanbul
       

La domanda di rottame è rimasta debole in Turchia, tuttavia di recente alcune acciaierie turche hanno inviato richieste di acquisto a fornitori stranieri. Queste sono state giudicate troppo basse e pertanto non hanno dato seguito a transazioni. 

Nonostante sul mercato si registrino offerte inferiori ai 300 $/t CFR per quanto riguarda l'HMS I/II 80:20 proveniente da oltremare, l'idea di prezzo delle acciaierie turche si attestano a circa 285 $/t CFR. Riguardo invece al materiale proveniente da zone vicine, le stesse acciaierie puntano a un prezzo di circa 275 $/t CFR, ma stanno incontrando difficoltà nel reperire offerte a questo livello. Nel frattempo, le offerte relative all'HMS I/II 90:10 proveniente dalla Russia si attestano a 290 $/t CFR. 

Intanto, non sono stati registrati movimenti di prezzo significativi nel mercato siderurgico cinese, tuttavia i prezzi internazionali del tondo per cemento armato hanno continuato a tendere al ribasso. I prezzi del tondo turco, che sono scesi a 460 $/t FOB, stanno esercitando una pressione al ribasso sulle quotazioni del rottame. D'altra parte, è cresciuto il bisogno di rottame da parte delle acciaierie turche, che da lungo tempo non effettuano acquisti. Secondo le fonti interpellate, entro la fine di questa settimana le acciaierie in questione potrebbero acquistare rottame proveniente da oltremare a prezzi tra i 285 e i 295 $/t CFR. 


Ultimi articoli collegati

Turchia: acciaierie alzano i prezzi d'acquisto del rottame

Rottame, in Turchia prezzi ai massimi degli ultimi dieci anni

Rottame, il prezzo in Turchia sfiora i 500 $/t CFR

Turchia: la maggior parte delle acciaierie alza i prezzi d'acquisto del rottame

Turchia: due acciaierie riducono i prezzi d'acquisto del rottame