Rottame, la domanda turca torna a latitare

martedì, 25 settembre 2018 16:24:06 (GMT+3)   |   Istanbul
       

La scorsa settimana, l'incontro tra fornitori e compratori di rottame in occasione dell'evento SteelOrbis & IREPAS a Istanbul aveva dato luogo a scambi caratterizzati da prezzi in rialzo rispetto a quelli rilevati nella settimana precedente. Le offerte riguardanti HMS I/II 80:20, attestandosi a 325 $/t CFR Turchia, avevano portato a prezzi di transazione pari a 321-323 $/t CFR. 

A metà agosto, le acciaierie turche erano tornate ad essere in grado di esportare billette. Recentemente, tuttavia, esse hanno perso il loro vantaggio di prezzo, soprattutto nei mercati del Far East. Dal momento che i produttori di tondo turchi non stanno riscontrando una sufficiente domanda né sul mercato interno né all'estero, la loro intenzione è quella di ottenere un quadro più chiaro dell'andamento delle loro vendite di semilavorati e prodotti finiti prima di incrementare gli acquisti di rottame. Nel frattempo, i produttori di acciai piani godono ancora di un vantaggio di prezzo, in particolare sul mercato europeo, di conseguenza la loro richiesta di materia prima appare più elevata.

Attualmente le offerte riguardanti HMS I/II 80:20 con destinazione Turchia sono a quota 325-328 $/t CFR. Ciononostante, secondo quanto appreso da SteelOrbis, le acciaierie turche non aumenteranno la propria domanda di rottame prima di aver registrato una ripresa delle vendite di acciai finiti. 


Ultimi articoli collegati

Turchia: crescono i prezzi del rottame proveniente dalla regione baltica

Rottame, prezzi sempre più vicini ai 280 $/t CFR Turchia

Produttore turco ordina rottame proveniente dalla Russia settentrionale

Turchia: i prezzi d'acquisto del rottame da cantieristica navale toccano i 265 $/t

Rottame, clima positivo sul mercato turco