Rottame: ancora calma piatta in Turchia

martedì, 27 luglio 2021 10:11:12 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Le importazioni di rottame non sono ancora riprese in Turchia nonostante siano terminate le festività nel paese. Secondo quanto riferito a SteelOrbis, i fornitori di vari paesi stanno offrendo materiale, tuttavia i compratori turchi non hanno ancora fretta di effettuare ordini. Alcuni produttori hanno affermato di aver ricevuto offerte a quota 470-480 $/t CFR per dell'HMS I/II 80:20. Il limite inferiore del range si riferisce alle offerte dall'Ue, quello superiore alle offerte dai Paesi Baltici. Una fonte che vende materiale dagli Stati Uniti ha stimato per l'HMS I/II 80:20 statunitense un prezzo di 470-480 $/t CFR nella prossima serie di scambi, anche se sembra difficile che possano essere toccati valori vicini ai 480 $/t nelle circostanze attuali. Tuttavia, un altro operatore ha affermato che le prossime transazioni riguardanti il rottame HMS I/II 80:20 in partenza da Stati Uniti e Mar Baltico verranno chiuse probabilmente a prezzi tra i 475 e i 480 $/t CFR. «L'insolito silenzio durante le festività è stato il segnale che i fornitori per ora non si stanno piegando alle richieste dei compratori» ha spiegato una fonte, aggiungendo che la situazione potrebbe cambiare la prossima settimana. Un fornitore europeo ha commentato che è impossibile che il prezzo CFR Turchia superi i 480 $/t e che molto più probabilmente l'HMS I/II 80:20 in partenza dall'Ue si attesterà a 465-470 $/t CFR. 

La situazione è ugualmente calma nel segmento "short sea" (quello del rottame proveniente da paesi vicini alla Turchia). I compratori sono poco interessati ad acquistare e le poche richieste sono per prezzi inferiori.

Nel frattempo, il mercato turco dei prodotti finiti è ancora in "modalità vacanze" dal momento che alcuni player hanno esteso le ferie includendo parte di questa settimana. Secondo quanto appreso da SteelOrbis, ieri sono stati scambiati alcuni piccoli lotti di tondo nella regione di Izmir a prezzi attorno ai 710 $/t franco produttore. In generale i produttori turchi, prima di effettuare nuovi acquisti di rottame, vogliono avere un quadro più chiaro della situazione relativa alle vendite di prodotti finiti (sia all'export sia localmente). La seconda metà di questa settimana dovrebbe essere più vivace in termini di scambi di rottame


Articolo precedente

Turchia, import rottame: prezzi franco Europa vicini ai 380 $/t CFR

07 dic | Rottame e materie prime

India, import rottame: i prezzi continuano a salire, rari gli accordi conclusi

07 dic | Rottame e materie prime

Turchia, stabili i prezzi del rottame proveniente dagli Stati Uniti

06 dic | Rottame e materie prime

ArcelorMittal, acquisita azienda di riciclaggio di rottami

06 dic | Notizie

Turchia, rottame franco USA oltre i 380 $/t CFR

05 dic | Rottame e materie prime

Rottame, importazioni in aumento in Turchia a ottobre

05 dic | Notizie

Turchia, prezzi locali del rottame in rapido aumento

02 dic | Rottame e materie prime

Rottame, mercato locale italiano stabile per ora

02 dic | Rottame e materie prime

Regole più severe sulla spedizione dei rifiuti, EUROFER chiede un monitoraggio più forte per i paesi OCSE

02 dic | Notizie

Stati Uniti, rottame: inversione di rotta per le previsioni sui prezzi

02 dic | Rottame e materie prime