Ghisa: prezzi globali sempre più sotto pressione

lunedì, 14 novembre 2022 12:36:46 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Le prospettive siderurgiche globali rimangono cupe e la domanda di ghisa basica resta per lo più in sordina. Ciononostante, la scorsa settimana si è discusso attivamente sul mercato di alcune sporadiche trattative di ghisa proveniente dalla Russia con il conseguente impatto negativo sulle posizioni di tutti gli altri fornitori globali. La settimana scorsa sono state presentate nuove offerte per ghisa russa, con spedizioni a dicembre-inizio gennaio, a 400 $/t CFR porti della costa occidentale dell’India, mentre gli acquirenti indiani hanno cercato di pagare non più di 380 $/t CFR. Alcuni acquirenti hanno iniziato a testare il mercato con offerte di acquisto a 350 $/t CFR. Data la loro posizione insostenibile nel mondo degli affari a causa delle sanzioni occidentali e data la debolezza della domanda in generale, si prevede che i fornitori russi di ghisa rimarranno molto aggressivi in futuro. «Sembra che già la prossima settimana vedremo livelli inferiori a 380 $/t CFR da parte dei russi» ha dichiarato un trader internazionale. «Ora sono vulnerabili».

«La politica aggressiva russa sta semplicemente distruggendo l’industria indiana» ha commentato una fonte indiana a proposito delle offerte a basso prezzo di ghisa russa verso l’India. Alla fine della scorsa settimana, un importante produttore indiano di acciaio avrebbe prenotato un carico di bricchette con provenienza russa a 345-350 $/t CFR.

Dopo una vendita di 10.000-15.000 tonnellate di ghisa a Taiwan a 415 $/t CFR per la spedizione di dicembre due settimane fa, un fornitore giapponese è stato costretto ad accettare un prezzo inferiore a 400 $/t CFR in un accordo con la Thailandia la scorsa settimana.

Nel frattempo, si prevede che anche i fornitori brasiliani di ghisa riducano le loro offerte, sebbene ufficialmente sia probabile che i produttori riducano le loro capacità invece di ridurre ulteriormente le offerte. «Non possiamo competere con queste offerte aggressive». Ha dichiarato un importante fornitore brasiliano di ghisa. «Questi livelli sono terribili».

La scorsa settimana si è discusso attivamente sul mercato della possibile chiusura di almeno 17 forni in Brasile, anche se alcuni operatori dubitano di questo scenario. «Loro [i produttori brasiliani di ghisa] l’hanno detto quando i prezzi del minerale di ferro erano più alti e i costi dell’energia erano più alti» ha affermato un operatore internazionale. «Vediamo cosa prenderanno dopo alcuni cambiamenti in quei prezzi». In particolare, mentre i fornitori ufficiali di ghisa brasiliani hanno continuato a rimanere fermi a 480-500 $/t FOB, alcuni trader si aspettano di vedere le loro quotazioni di ghisa con contenuto di fosforo 0,15 a 400 $/t FOB. «Nessuno al mondo comprerà ai prezzi a cui puntano ora i brasiliani» ha dichiarato un trader.


Articolo precedente

Ucraina, ghisa: produzione in aumento nel periodo gennaio-maggio

10 giu | Notizie

Ghisa basica: mercato import statunitense ancora in ribasso, i venditori brasiliani tentano di aumentare i prezzi

10 giu | Rottame e materie prime

Ghisa basica: prezzi franco Russia in rialzo nei contratti con l'Europa

10 giu | Rottame e materie prime

Brasile, ghisa: esportazioni in aumento a maggio

10 giu | Notizie

Ucraina, Zaporizhstal: produzione in aumento nel periodo gennaio-maggio

04 giu | Notizie

Ghisa basica: in Brasile il commercio non migliora, ancora pressioni per i prezzi russi

03 giu | Rottame e materie prime

Germania: aumenta la produzione di acciaio grezzo nel periodo gennaio-aprile

27 mag | Notizie

Russia: possibile esenzione di lunghi e ghisa dalle tasse sulle esportazioni. Aumenteranno anche le aliquote ...

27 mag | Notizie

Ghisa basica: prezzi franco Russia in aumento grazie alla domanda dei compratori abituali, mercato brasiliano stabile

27 mag | Rottame e materie prime

Giappone: in calo la produzione di acciaio grezzo ad aprile

23 mag | Notizie