Turchia: prezzi dei coils a freddo stabili nonostante la scarsa domanda

venerdì, 12 aprile 2019 15:31:40 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Nell'ultima settimana la domanda di coils laminati a freddo (CRC) prodotti in Turchia è rimasta debole sia sul mercato interno che in quelli di esportazione; ciononostante, i produttori turchi hanno lasciato i propri prezzi invariati a fronte degli elevati costi delle materie prime, ovvero pari a 600-620 $/t franco produttore. Secondo fonti locali, i compratori turchi dovrebbero continuare a rimandare gli ordini a causa della svalutazione della lira turca rispetto al dollaro, mentre la domanda di CRC dovrebbe risentire anche dell'avvicinarsi del Ramadan. 

Sul mercato spot i commercianti delle regioni turche di Eregli e Gebze offrono CRC da 0,6 mm a prezzi tra i 650 e i 680 $/t e CRC da 0,7-2 mm a 620-650 $/t; prezzi franco magazzino, IVA 18% esclusa, con consegna ad aprile. 


Ultimi articoli collegati

Cina: produzione di acciaio grezzo in crescita nel 2019

Minerale di ferro in ripresa, cresce la domanda per il materiale di qualità

Tubi saldati, stabili le offerte turche ma con sconti su grossi volumi

India: il rafforzamento della rupia sostiene i prezzi degli zincati a caldo all'export

Rottame, significativo calo del prezzo nell'ultimo scambio USA-Turchia