Turchia: i compratori di coils premono per un calo dei prezzi import

giovedì, 20 giugno 2019 15:32:15 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Nell'ultima settimana la domanda di acciai piani di importazione è rimasta debole in Turchia. A causa delle pressioni ribassiste esercitate dai compratori turchi, le offerte import relative ai coils laminati a caldo (HRC) hanno fatto registrare una lieve diminuzione in termini di prezzo. Ciononostante, gli acquirenti ritengono che il calo di prezzo non sia stato sufficiente. La domanda non sembra destinata a riprendersi in tempi brevi a causa della stagnazione delle attività e del peggioramento della situazione economica in Turchia dopo che Moody's ha tagliato il rating per diciotto banche turche.

Rispetto a sette giorni fa, i prezzi degli HRC provenienti dai paesi CIS sono calati di 5 dollari, a 500-520 $/t CFR. Allo stesso tempo, le offerte relative ai coils a freddo (CRC) sono rimaste a quota 575-600 $/t CFR.


Ultimi articoli collegati

Turchia: possibili aumenti di prezzo da parte dei produttori di coils a caldo

Coils a caldo, pressioni ribassiste sulle offerte dei produttori turchi

Coils a caldo, gli esportatori turchi abbassano i prezzi ma la domanda scarseggia

Coils a caldo, crescono le offerte da Europa e India verso la Turchia

Dalbeler (Colakoglu): gli esportatori turchi cercheranno nuovi mercati