Coils a caldo, gli esportatori cinesi alzano ulteriormente i prezzi

venerdì, 20 novembre 2020 15:41:34 (GMT+3)   |   Shanghai
       

I prezzi dei coils laminati a caldo (HRC) provenienti dalla Cina sono aumentati ulteriormente negli ultimi giorni grazie sia alle vendite chiuse verso diverse destinazioni sia alla forte domanda interna. 

Le offerte degli esportatori cinesi per gli HRC SS400 si attestano ora a 565-575 $/t FOB, evidenziando un rialzo di 10 $/t rispetto ai livelli di inizio settimana. I prezzi di transazione sono ammontati generalmente tra i 555 e i 565 $/t FOB nelle ultime vendite verso paesi come Pakistan, Vietnam e paesi del Sud America. I compratori sudamericani in particolare sono stati propensi anche a pagare prezzi leggermente più alti, fino a 570 $/t FOB. 

Per quanto riguarda gli HRC SAE1006, le ultime vendite dalla Cina verso il Vietnam, tutte registrate questa settimana, sono state caratterizzate da prezzi tra i 570 e i 590 $/t CFR. «Si registrano ancora offerte a 580 $/t CFR, tuttavia i prezzi stanno crescendo giorno dopo giorno. Il Giappone sta già offrendo materiale a 600 $/t CFR Vietnam» ha affermato un trader.

Nel frattempo nel mercato cinese i prezzi degli HRC hanno raggiunto ieri quota 4.105 RMB/t (627 $/t) franco magazzino, crescendo di 20 RMB/t (3 $/t) rispetto al giorno precedente e di 80 RMB/t (12 $/t) rispetto a una settimana prima. 


Ultimi articoli collegati

Cina, stop agli stimoli per l'export di acciaio

I dazi cinesi spaventano le esportazioni di HRC. Le acciaierie alzano i prezzi

Cina: disponibili i dati sulle scorte dei cinque principali prodotti finiti

Coils a caldo: forte rialzo delle offerte dalla Cina

Coils a caldo, prezzi cinesi in ripresa