Coils a caldo, esportatori cinesi restii ad abbassare i prezzi

giovedì, 19 settembre 2019 16:13:32 (GMT+3)   |   Shanghai
       

Le offerte cinesi relative a coils laminati a caldo (HRC) sono rimaste invariate nell'ultima settimana, benché la competizione si sia intensificata sul mercato internazionale e i compratori abbiano iniziato a chiedere prezzi ancora più bassi.

Attualmente i fornitori cinesi offrono HRC SS400 con aggiunta di boro a 465 $/t FOB e appaiono poco propensi a ridurre i prezzi. Alcuni di essi sono stati disposti a concedere un prezzo di 460 $/t FOB, ma allo stesso tempo diverse acciaierie hanno continuato ad insistere su un livello di 470 $/t FOB. 

Scarseggiano le vendite verso i principali mercati di destinazione. I clienti vietnamiti hanno infatti preferito acquistare HRC dalla Russia a prezzi inferiori, pari a 442-452 $/t CFR per coils di piccole e grandi dimensioni. 

I prezzi degli HRC in Cina sono calati di 65 RMB/t (9,2 $/t) rispetto allo scorso 12 settembre, raggiungendo un livello di 3.630-3.720 RMB/t (513-526 $/t) franco magazzino. Il calo riflette l'indebolimento della domanda interna, che comunque appare molto più forte di quella registrata all'export. 


Ultimi articoli collegati

Calo delle scorte di acciaio in Cina a metà maggio

Coils a caldo, rapido incremento dei prezzi in Cina

Cina: cresce il prezzo medio del tondo sul mercato locale

Calo delle scorte di acciaio in Cina a fine aprile

Cina: Shagang abbassa i prezzi dei coils a caldo