Cina: chiuse grosse vendite di coils a caldo verso vari paesi

giovedì, 10 marzo 2022 18:12:38 (GMT+3)   |   Istanbul
       

I fornitori cinesi di coils laminati a caldo (HRC) hanno continuato a vendere il loro materiale ad acquirenti di tutto il mondo, supportati da una significativa crescita della domanda globale causata dalla mancanza dei volumi da Russia e Ucraina. Inoltre, le offerte dalla Cina restano le più competitive a livello globale. 

Questa settimana i trader cinesi sono riusciti a firmare diversi accordi per HRC SS400 – 50.000 tonnellate in totale – a prezzi di circa 870/t CFR Vietnam. Inoltre, circa 50.000 tonnellate di SAE106 HRC sono state vendute in Vietnam a 910 $/t CFR, mentre la scorsa settimana erano stati chiusi scambi a 870-910 $/t CFR. Nel frattempo, i compratori pakistani di HRC SAE1006 che hanno ricevuto nuove offerte dalla Cina a 960-970 $/t CFR, in rialzo di 50-60 $/t su base settimanale, hanno riferito di nuove offerte tramite i trader a 930 $/t CFR questa settimana. Inoltre, questa settimana sono stati firmati diversi accordi per HRC SS400 cinesi con produttori sudcoreani di tubi a 860-875 $/t CFR.

Nel frattempo, esulando dal tradizionale mercato asiatico, i fornitori cinesi di HRC sono riusciti a vendere grandi volumi in altri paesi, sfruttando l'assenza dei fornitori russi e ucraini. Dopo che i fornitori cinesi di HRC hanno venduto circa 200.000 tonnellate in totale alla Turchia a 940-960 $/t CFR all'inizio della scorsa settimana e poi a 990-1.000 $/ton CFR alla fine della scorsa settimana, sono circolate le voci di scambi fino a 100.000 tonnellate, principalmente a prezzi di 1.020-1.030 $/t CFR. Tuttavia, alcune fonti hanno affermato che gli ordini sono partiti da un livello di 1.000 $/t CFR e che il volume confermato per ora è di circa 30.000-35.000 tonnellate. Infine, i compratori negli Emirati Arabi Uniti avrebbero effettuato diverse prenotazioni di coils cinesi a prezzi tra i 1.000 e i 1.050 $/t CFR a seconda delle specifiche del materiale.


Articolo precedente

Emirati Arabi, import coils a caldo: commercio ancora fiacco, i fornitori indiani in attesa

23 set | Piani e bramme

Coils a caldo, UE: prezzi stabili, ma scorte elevate e scarsa domanda

22 set | Piani e bramme

Cina, coils a freddo: deboli i prezzi export

22 set | Piani e bramme

Turchia: dall'Asia arrivano più offerte di coils laminati a caldo

22 set | Piani e bramme

Coils laminati a caldo, Giappone: prezzi export stabili e ancora competitivi

22 set | Piani e bramme

Coils a caldo, gli esportatori indiani insistono su prezzi più alti nonostante la mancanza di acquisti

21 set | Piani e bramme

Cina, coils a caldo: produzione in crescita nel periodo gennaio-agosto

21 set | Notizie

Coils a caldo, Cina: aumenta il divario tra le offerte export delle acciaierie e i prezzi delle trattative

20 set | Piani e bramme

Bramme, Asia: tagli alle offerte d’acquisto

20 set | Piani e bramme

Laminati a caldo, Romania: prezzi perlopiù stabili

20 set | Piani e bramme