Brasile: cala il prezzo di esportazione degli zincati a caldo

venerdì, 09 febbraio 2018 11:00:08 (GMT+3)   |   San Paolo
       

Stando ai dati ufficiali, a gennaio di quest'anno il Brasile ha esportato 18.900 tonnellate di zincati a caldo (HDG), cioè il 40% in meo di quanto esportato a dicembre. Le destinazioni sono state i paesi dell'America Latina (13.600 t) e gli Stati Uniti (5.300 t), mentre i principali esportatori sono stati CSN (7.900 t), Usiminas (6.000 t) e ArcelorMittal (5.000 t). 

Attualmente i prezzi degli HDG per vendite sull'export si attestano a 810 $/t FOB, contro gli 820-840 $/t FOB rilevati tra novembre e la fine di gennaio. Con questo nuovo prezzo, secondo una delle fonti intervistate, gli esportatori puntano ad ampliare il bacino delle esportazioni oltre i confini americani. 

Sul mercato domestico, intanto, i distributori offrono HDG a 4.840 real/t (1.485 $/t) franco produttore, tasse incluse eccetto imposta IPI, per materiale di qualità Z-100 e spessore pari a 1,11 mm. 

A gennaio il Brasile ha importato 14.800 tonnellate di HDG, di cui 11.700 dalla Cina, a un prezzo medio di 695 $/t FOB. Anche l'ultima offerta ricevuta dagli importatori brasiliani per materiale cinese si è attestata a 695 $/t FOB. 


Ultimi articoli collegati

Minerale di ferro, prezzi supportati da un miglioramento del sentiment in Cina

Prezzi delle lamiere stabili negli USA

Cina: prezzi del ferromanganese sul mercato locale – settimana 8

ArcelorMittal Kryviy Rih avvia i test a caldo presso la nuova colata continua

Ricavi in calo per China Steel Corporation a gennaio