Tondo: gli esportatori turchi alzano i prezzi

lunedì, 18 ottobre 2021 10:32:40 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Il rapido incremento dei prezzi del rottame nell'ultima settimana ha spinto i produttori turchi di tondo ad alzare le proprie offerte sia sul mercato domestico sia all'estero. Secondo la maggior parte delle fonti, il prezzo della materia prima dovrebbe continuare a salire nei prossimi giorni. Per il momento, il principale supporto al rialzo dei prezzi del prodotto finito proviene dalla domanda interna, poiché i commercianti turchi, nel timore di ulteriori aumenti, hanno intensificato gli acquisti. 

Alla fine della scorsa settimana i prezzi del tondo turco hanno raggiunto i 735-750 $/t FOB per le spedizioni di novembre/dicembre, contro il livello di 700-720 $/t FOB registrato una settimana prima. Recentemente sembra sia stato venduto in Canada un carico di 25-35mila tonnellate al prezzo di 690-700 $/t FOB (peso teorico) con spedizione a febbraio. 

Ultimamente si è parlato molto sul mercato della possibilità che i produttori turchi riescano a vendere tondo in Cina. La maggior parte delle fonti tuttavia ritiene che, anche qualora fornitori e compratori si accordassero sul prezzo, rimarrebbero alcuni problemi. Uno di questi è che la Cina sembra chieda materiale con un contenuto di rame dello 0,3%, mentre le acciaierie turche normalmente offrono materiale con un contenuto di rame dello 0,6% o leggermente inferiore. «Certo, [i produttori turchi] potrebbero decidere di usare rottame con basso contenuto di rame, come quello proveniente dalla Russia, e aumentare la quota di ghisa e HBI, ma questo causerebbe un incremento dei costi di produzione e potrebbe non valerne la pena», ha commentato un trader. Inoltre, alcune fonti pensano che le esportazioni dalla Turchia in Cina potrebbero essere ostacolate da alcuni requisiti di certificazioni che sono normalmente utilizzati per limitare l'uso di tondo per cemento armato in alcuni mercati, come il British Standard connesso alla certificazione CARES. 

Nel mercato turco, intanto, il tondo viene offerto prevalentemente a 730-750 $/t franco produttore, prezzo in rialzo di 30 $/t nell'ultima settimana. I volumi venduti negli ultimi sette giorni «potrebbero superare le 50.000 tonnellate» secondo una fonte. La maggior parte degli operatori ha affermato che la domanda è buona poiché i commercianti stanno ristoccando. Di conseguenza, le acciaierie turche non dovrebbero avere fretta di vendere all'export. 

Per quanto riguarda infine la vergella, alcune acciaierie turche stanno offrendo materiale a 850 $/t FOB, contro gli 800-820 $/t FOB rilevati all'inizio della scorsa settimana. Le spedizioni sono a dicembre/inizio gennaio. Tuttavia, alcuni produttori hanno smesso di quotare dopo il rapido aumento dei prezzi del rottame. 


Articolo precedente

Stati Uniti: in aumento le importazioni di tondo a dicembre

06 feb | Lunghi e billette

Europa Meridionale, lunghi: mercato locale ancora in difficoltà, le offerte import diventano più interessanti

03 feb | Lunghi e billette

Romania: i prezzi locali dei lunghi si indeboliscono

03 feb | Lunghi e billette

Il Brasile importerà più tondo dalla Turchia

02 feb | Notizie

Turchia, prodotti lunghi: costi energetici più bassi, ma aumentano i prezzi import del rottame

02 feb | Lunghi e billette

Cina: produzione di tondo in calo nel 2022

01 feb | Notizie

Tondo, Stati Uniti: ancora fermo il mercato import

01 feb | Lunghi e billette

CISA: produzione giornaliera di acciaio in aumento a metà gennaio

31 gen | Notizie

Prodotti lunghi nell’Europa meridionale: manca la domanda, il tondo cala ancora

27 gen | Lunghi e billette

Romania, prodotti lunghi: i commercianti puntano sugli sconti per rilanciare il commercio, attivo l’import importazioni

26 gen | Lunghi e billette