Russia, billette export sotto pressione a causa della forte concorrenza con l’Asia

giovedì, 25 maggio 2023 11:00:48 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Sebbene non ci siano state variazioni nei prezzi del rottame sul mercato turco, che di solito guida l’andamento delle billette provenienti dalla Russia, i fornitori russi si sono ritrovati sotto pressione dall’aumento della concorrenza con gli esportatori di billette asiatici, che hanno tagliato i prezzi in modo aggressivo. La maggior parte dei venditori di billette russe ha cercato di evitare di abbassare molto i prezzi, ma i livelli negoziabili si sono inevitabilmente ammorbiditi.

Il prezzo di riferimento giornaliero di SteelOrbis per le billette provenienti dalla Russia è sceso a 520-525 $/t FOB, con il punto medio a 522,5 $/t FOB Mar Nero, in calo di 5 $/t in media rispetto ai 520-535 $/t FOB della scorsa settimana. Questo calo si è basato principalmente sulla diminuzione dei livelli negoziabili, mentre le offerte vere e proprie sono state limitate.

Il mercato turco, che è rimasto la destinazione principale per i venditori russi, ha visto aumentare il numero di offerte di billette dall’Asia, in quanto i fornitori cinesi e dell’ASEAN hanno cercato di accelerare le vendite, vista la debolezza del mercato regionale. I semilavorati malesi si sono attestati a un prezzo ufficiale di 560-565 $/t CFR, ma i grandi acquirenti ritengono che i livelli di circa 550 $/t CFR potrebbero essere raggiungibili per i discreti volumi di ordini. Inoltre, l’India e l’Indonesia si sono attestate a 545 $/t CFR e 540-545 $/t CFR. Tutte le offerte si riferiscono alle spedizioni di fine giugno e luglio. All’inizio della settimana, le offerte di billette provenienti dalla Cina sono state segnalate a 540-550 $/t CFR, mentre ora sono considerati possibili livelli inferiori di almeno 10 $/t in un’operazione back to back. Alcune fonti di mercato hanno addirittura riportato livelli di 520-525 $/t CFR e inferiori, ma si tratta di operatori che stanno vendendo allo scoperto a “livelli inutilmente bassi”. «Considerando i costi di produzione del rottame e i problemi causati alle nostre vendite di tondo dal tasso di cambio e dai problemi valutari, credo che nessuna acciaieria cercherebbe di acquistare al di sopra dei 530 $/t CFR per le origini abituali. Per lotti più piccoli e spedizioni ravvicinate potrebbe essere diverso» ha dichiarato a SteelOrbis un produttore di acciaio turco.

I fornitori russi di billette si sono tenuti lontani dalle offerte attive o hanno cercato di non scendere al di sotto dei 555-560 $/t CFR Turchia (che corrispondono a 530 $/t FOB) per le spedizioni di giugno-luglio. «Per noi anche 550 $/t CFR è un prezzo basso» ha dichiarato un venditore russo. Tuttavia, tenendo conto delle offerte a livelli inferiori provenienti dall’Asia e delle idee di prezzo espresse dagli acquirenti per il materiale russo non superiore a 545 $/t CFR (esclusa la pronta spedizione), le offerte attuali sembrano troppo alte per il mercato attuale. 

Anche in altre destinazioni di vendita, come l’Africa, la concorrenza è stata dura. Secondo fonti di mercato, le ultime vendite di billette dall’ASEAN all’Africa orientale sono state effettuate a 560-570 $/t CFR.

In Nord Africa, sono state segnalate alcune offerte di billette provenienti dalla Russia a 550-560 $/t CFR Tunisia, che si traducono in 520-530 $/t FOB, ma non si hanno notizie di accordi firmati. Alcune fonti hanno riferito di alcune richieste da parte di operatori commerciali per il mercato egiziano, con un prezzo target di 545-550 $/t CFR, che tuttavia è risultato troppo basso per la maggior parte dei fornitori russi. «Il problema principale è sapere se hanno dollari con cui pagare, e questo sta limitando il commercio già da più di un anno» ha detto un commerciante con sede in Europa.

Gli acquirenti di billette dall’America Latina non sono tornati ad acquistare, visto il calo dei prezzi. L’ultima indicazione di prezzo per le origini asiatiche (Malesia, Cina, India) è stata di 570 $/t CFR.

Sul mercato asiatico delle importazioni, un venditore russo che spedisce dai porti dell’Estremo Oriente ha venduto billette a 510 $/t CFR di Taiwan la scorsa settimana, ma a seguito dell’ulteriore calo visibile in Cina, le fonti di mercato ritengono che le offerte dei nuovi acquirenti si attesteranno sicuramente sui 500 $/t CFR come massimo.


Articolo precedente

Turchia, billette: mercato pessimista malgrado la domanda limitata, fallito il tentativo di aumento di Kardemir

17 mag | Lunghi e billette

Billette: i prezzi non sono ancora abbastanza bassi da consentire agli importatori del Sudest asiatico di riprendere ...

16 mag | Lunghi e billette

Iran, billette: mantenuti i prezzi export nei nuovi accordi

16 mag | Lunghi e billette

ASEAN, billette al di sotto dei 500 $/t FOB come previsto, causa il calo dei prezzi dei futures in Cina

16 mag | Lunghi e billette

India, billette: i prezzi export non riescono a mantenere il trend rialzista, le acciaierie puntano ad aumentare ...

15 mag | Lunghi e billette

Turchia, billette: in calo le importazioni nel periodo gennaio-marzo

09 mag | Notizie

Billette: gli acquirenti del Sudest asiatico attendono prezzi più bassi in un contesto di sentiment in calo

09 mag | Lunghi e billette

Mar Nero, billette: prezzi di vendita inferiori per la Turchia, prezzi in Asia ancora impraticabili

09 mag | Lunghi e billette

India, billette: in aumento i volumi delle offerte export nonostante la crescita dei prezzi locali

09 mag | Lunghi e billette

ASEAN, billette: prezzi stabili, gli aumenti in Cina non bastano a fornire sostegno

07 mag | Lunghi e billette