Vale, produzione di minerale ferroso in crescita nel terzo trimestre

mercoledì, 21 ottobre 2020 16:24:46 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Vale, produttore brasiliano di minerale di ferro, ha annunciato i risultati operativi relativi al terzo trimestre e ai primi nove mesi del 2020. Nel terzo trimestre, la società ha prodotto 88,7 milioni di tonnellate di minerale di ferro – dato in aumento del 31,2% rispetto al trimestre precedente e del 2,3% su base annua – registrando il record trimestrale di produzione dal crollo della diga nel 2019. L’incremento della produzione riflette il riavvio delle operazioni tra giugno e luglio presso le miniere di Itabira, Timbopeba e Fazendao.

Nei primi nove mesi del 2020 la produzione di minerale di ferro è calata del 3,5% su base annua a 215,8 milioni di tonnellate.

Nel periodo gennaio-settembre 2020, la produzione di pellet della società è ammontata a 22,56 milioni di tonnellate, in calo del 29,5% su base annua, mentre la produzione di carbone metallurgico è diminuita del 24% a 2,43 milioni di tonnellate.

Vale ha dichiarato che i volumi di vendita di minerale ferroso e di pellet nei primi nove mesi del 2020 sono diminuiti rispettivamente del 10,1% e del 29,5%, a 172 milioni di tonnellate e 22,72 milioni di tonnellate.

La società ha dichiarato inoltre di essere intenzionata ad aumentare la capacità produttiva di minerale ferroso di 6 milioni di tonnellate annue entro il quarto trimestre di quest'anno.


Ultimi articoli collegati

Minerale di ferro, il produttore russo Severstal riduce la dipendenza da terzi

Cresce la produzione di concentrato di minerale ferroso del produttore ucraino GOK

Ucraina: produzione di minerale ferroso in calo per KZhRK nei primi dieci mesi

Vale, target di produzione di 400 milioni di tonnellate di minerale entro il 2022

Vale, in crescita l'utile netto nel terzo trimestre 2020