Usiminas passa dalla perdita all'utile nel terzo trimestre

venerdì, 30 ottobre 2020 12:15:57 (GMT+3)   |   San Paolo
       

Il produttore siderurgico brasiliano Usiminas ha dichiarato di aver registrato nel terzo trimestre di quest'anno un utile netto di 198 milioni di real brasiliani (34,2 milioni di dollari), rispetto alla perdita netta di 139 milioni di real (24 milioni di dollari) registrata nel terzo trimestre 2019. Sempre nel terzo trimestre, i ricavi netti della società sono cresciuti del 14% su base annua e dell'81% su base trimestrale, ammontando a 4,3 miliardi di real (759 milioni di dollari).

Il volume delle vendite di acciaio ha raggiunto le 934.000 tonnellate, in calo del 10% su base annua ma in crescita del 54% su base trimestrale, mentre il volume delle vendite di minerale di ferro è ammontato a 2,2 milioni di tonnellate, in diminuzione del 7% su base annua e del 21% su base trimestrale.

L’EBITDA di Usiminas è cresciuto di ben l'87% su base annua nel terzo trimestre, ammontando a 826 milioni di real (143 milioni di dollari). Il margine EBITDA è salito al 19% dall'11% del terzo trimestre del 2019 e dall'8% del secondo trimestre di quest’anno.

1 USD = 5,77 BRL (29.10.2020)


Ultimi articoli collegati

ArcelorMittal Tubarão vicina alla piena capacità produttiva

ArcelorMittal Brasil, reddito operativo pressoché stabile nel terzo trimestre

Usiminas: produzione e vendite di acciaio a livelli pre-coronavirus

Vale, target di produzione di 400 milioni di tonnellate di minerale entro il 2022

Vale, in crescita l'utile netto nel terzo trimestre 2020