Turchia: importazioni di minerale di ferro in calo nei primi undici mesi del 2020

martedì, 26 gennaio 2021 18:20:43 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Secondo quanto comunicato dall’Istituto di statistica turco (TUIK), nel mese di novembre 2020 le importazioni di minerale di ferro in Turchia sono calate del 33% su base mensile e cresciute del 42,1% su base annua, attestandosi a 673.182 tonnellate. In valore l'import è ammontato a 86,29 milioni di dollari, registrando un calo del 33,3% su base mensile e un aumento del 91,2% su base annua.

Nel corso dei primi undici mesi del 2020, le stesse importazioni sono diminuite del 2%, ammontando a 8,96 milioni di tonnellate. In valore, l'import ha raggiunto 941,95 milioni di dollari, registrando un calo del 4,9% rispetto allo stesso periodo del 2019.

Nel periodo in esame la Turchia ha importato 4,86 milioni di tonnellate di minerale di ferro dal Brasile, volume in calo del 3,2% annuo. A seguire vi sono state le importazioni dalla Svezia e dalla Russia, rispettivamente pari a 1,97 milioni di tonnellate e 1,17 milioni di tonnellate.

Di seguito, l'elenco dei principali paesi fornitori di minerale di ferro per la Turchia nel periodo gennaio-novembre 2020.

Paese  

Volume (t)  

   

   

   

   

   

   

Gen-nov 2020  

Gen-nov 2019  

Var. (%)  

Novembre 2020  

Novembre 2019  

Var. (%) 

Brasile

4.858.623

5.019.230

-3,20

413.405

338.122

22,27

Svezia

1.970.400

1.346.452

46,34

164.052

-

-

Russia

1.167.176

543.452

114,77

95.701

29.302

226,60

Ucraina

445.278

467.014

-4,65

-

45.003

-

Sudfrica

344.834

505.056

-31,72

-

-

-

Canada

172.943

669.473

-74,17

-

-

-


Ultimi articoli collegati

Turchia: calo delle importazioni di rottame a gennaio rispetto a dicembre

Coking coal, importazioni in calo in Turchia nel 2020

Turchia: importazioni di minerale di ferro in calo nel 2020 

Turchia: importazioni di ghisa in calo nel 2020

Turchia, associazione produttori di acciaio: il 2021 sarà un anno migliore del precedente