Sudafrica: impianto Cisco riaperto da investitori turchi

giovedì, 31 maggio 2018 12:13:27 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Secondo quanto riportano i media, il Ministro dello Sviluppo economico sudafricano Ebrahim Patel ha ufficialmente riaperto lo stabilimento di Cape Town Iron and Steel Work (Cisco) situato a Kuils River, nella provincia del Capo Occidentale.

Lo stabilimento di Cisco è stato acquistato nel 2012 dalla società turca DHT Holdings, che ha investito 43,8 milioni di dollari per espandere e rinnovare gli impianti.

L'impianto, dotato di forno elettrico ad arco, fornisce prodotti alle industrie manifatturiere e delle costruzioni. I prodotti sono venduti sia sul mercato interno che d’esportazione. A pieno regime, Cisco prevede di utilizzare 500.000 tonnellate di rottame all’anno, limitando così le esportazioni di rottame del paese.


Ultimi articoli collegati

Turchia: Icdas torna ad abbassare i prezzi del tondo

ArcelorMittal punta alla carbon neutrality entro il 2050

ArcelorMittal South Africa verso il riavvio di un altoforno

Cleveland-Cliffs rileva gli asset di ArcelorMittal USA

Sudafrica: output siderurgico in forte calo a luglio