Pakistan: dazio provvisorio sull'import di banda stagnata da quattro paesi

lunedì, 04 febbraio 2019 11:34:14 (GMT+3)   |   Istanbul
       

La commissione nazionale per le tariffe del Pakistan ha annunciato di aver imposto un dazio antidumping provvisorio sulle importazioni di banda stagnata provenienti da Cina, Unione Europea, Sudafrica e USA.

La commissione nazione delle tariffe aveva avviato l’indagine antidumping nell’agosto 2018 in seguito alla richiesta di Siddiqsons Tinplate Limited, secondo cui la banda stagnata proveniente dai suddetti paesi veniva importata in Pakistan in regime didumping e stava provocando un danno materiale all’industria domestica che produce lo stesso prodotto. L’indagine antidumping ha riguardato il periodo dal 1° luglio 2017 al 30 giugno 2018, mentre l’indagine sui danni materiali dal 1° luglio 2015 al 20 giugno 2018.

Di conseguenza, la commissione ha determinato dazi provvisori del 6,87% per l’import dalla Cina, del 10,88% per l’import dall’UE, del 14,75% per l’import dal Sudafrica e del 12,27% per l’import dagli Stati Uniti.

La commissione è tenuta a prendere una decisione definitiva entro 180 giorni dalla pubblicazione della determinazione preliminare.

I prodotti soggetti al dazio antidumping provvisorio sono classificati ai codici tariffari 7210.1210 e 7210.1290.


Ultimi articoli collegati

Cina: prezzi di cromo e ferrocromo – settimana 4

In calo le importazioni statunitensi di tubi strutturali a novembre

Coils zincati a caldo, stabili le offerte indiane

Coils a caldo, possibili sconti sui prezzi da parte dei produttori turchi per l'Italia

ArcelorMittal annuncia lo stato di forza maggiore in Francia