Pakistan apre indagine sull'import di determinati prodotti piani da UE e altri tre paesi

giovedì, 04 marzo 2021 18:45:20 (GMT+3)   |   Istanbul
       

La Commissione nazionale per le tariffe del Pakistan ha comunicato di aver aperto un procedimento antidumping (AD) relativo alle importazioni di coils laminati a freddo (CRC) e fogli laminati a freddo provenienti dall'UE, dalla Corea del Sud, da Taiwan e dal Vietnam. 

Il reclamo è stato presentato dai produttori locali di CRC Aisha Steel Mills e International Steel, i quali sostengono che il materiale in oggetto causi danni materiali all’industria del paese. Dopo un primo esame e la valutazione dell'accuratezza/adeguatezza degli elementi forniti, conformemente alla Sezione 23 pakistana dell'Antiduming Duties Act, la Commissione ha accettato di avviare l’indagine.  

I prodotti in oggetto sono prodotti piani di ferro o di acciai non legati con larghezza uguale o superiore a 600 mm, laminati a freddo (ridotti a freddo, non placcati, placcati o rivestiti, di prima e seconda qualità, di spessore nel range di 0,15-0,30 mm, arrotolati o in tagliate a misura, esclusi CRC e fogli a freddo utilizzati in rivestimenti per auto), utilizzati per la fabbricazione di prodotti in acciaio per l’edilizia, scaffali di stoccaggio, prodotti autostradali, torri di trasmissione, pali di trasmissione, tubi, prodotti per la casa, armi da fuoco e vari tipi di attrezzature. 

I prodotti sono classificati con i codici tariffari 7209.1510, 7209.1590, 7209.1610, 7209.1690, 7209.1710, 7209.1790, 7209.1810, 7209.1891, 7209.1899, 7209.2510, 7209.2590, 7209.2610, 7209.2690, 7209.2710, 7209.2790, 7209.2810 e 7209.2890. 


Ultimi articoli collegati

USA applicheranno dazi sull'import di rete metallica saldata dal Messico

Vietnam impone dazio provvisorio sull'import di travi a H dalla Malaysia

Turchia primo produttore di acciaio in Europa, la TCUD auspica la fine della salvaguardia UE

USA riduce il dazio sulla vergella di POSCO

Pakistan: importazioni di rottame in calo da gennaio a febbraio