Importazioni di acciaio in forte crescita in Cina a settembre

mercoledì, 14 ottobre 2020 09:12:12 (GMT+3)   |   Shanghai
       

Crescono le importazioni di acciaio in Cina. A settembre il paese ha importato 2,885 milioni di tonnellate di prodotti finiti, dato in crescita del 159,9% su base annua e del 28,8% su base mensile. Queste variazioni erano attese dalla maggior parte delle fonti poiché il materiale importato era stato ordinato a metà di quest'anno, quando la domanda in Cina era molto forte e si registrava un ampio gap tra prezzi locali e prezzi internazionali. 

Va sottolineato che i dati non includono le importazioni di semilavorati, pertanto i volumi totali di importazione potrebbero non essere lontani dai 5 milioni di tonnellate. 

Attualmente le attività di importazione sono estremamente ridotte in Cina dal momento che la differenza tra prezzi interni e prezzi internazionali si è ridotta in modo significativo. Inoltre, le previsioni per la domanda di acciai finiti nei mesi di dicembre-gennaio – periodo di arrivo del materiale ordinato ora – sono piuttosto negative.

Nei primi nove mesi di quest'anno la Cina ha importato 15,073 milioni di tonnellate di acciai finiti, ossia il 72,25 in più su base annua. Nel periodo gennaio-agosto l'incremento era stato del 60% circa. 


Ultimi articoli collegati

Cina: in crescita tra agosto e settembre l'export di barre e vergella

Cina: export di fogli e lamiere in calo nei primi nove mesi del 2020

Cina: crescono le scorte dei cinque principali prodotti finiti

Cina: ancora in calo i volumi di esportazione dell'acciaio

Cina: in calo le importazioni di carbone e lignite nei primi nove mesi