Germania: multe per 35 milioni per un cartello sulle forge

venerdì, 05 febbraio 2021 12:23:33 (GMT+3)   |   Brescia
       

Il Bundeskartellamt, l'autorità tedesca garante della concorrenza, ha comminato multe per 35 milioni di euro a tre società del settore delle forge e due dirigenti per il loro coinvolgimento in uno "scambio di informazioni anti-competitivo". Le aziende interessate sono Bharat Forge GmbH, Bharat Forge CDP GmbH (entrambe facenti parte della multinazionale indiana Bharat Forge) e Musashi Bockenau GmbH & Co.

«Per molti anni le principali società tedesche nella forgiatura dell'acciaio hanno partecipato a varie violazioni antitrust – ha dichiarato Andreas Mundt, presidente del Bundeskartellamt –. Durante le riunioni di un gruppo di lavoro, che avvenivano fino a tre volte all'anno, i dirigenti delle società scambiavano informazioni sensibili alla concorrenza con altre società di forgiatura di altri paesi europei». Queste informazioni, ha continuato Mundt, comprendevano «dettagli sulla situazione dei costi delle varie società, sulle loro strategie di prezzo e negoziazioni concrete con fornitori e clienti». L'obiettivo era quello di «trasferire gli aumenti dei costi nella misura più ampia possibile ai propri clienti senza dover temere che i concorrenti sottoquotassero». Il gruppo di lavoro era stato istituito all'interno di Euroforge, l'organizzazione mantello delle associazioni nazionali europee per l'industria della forgiatura.

Nel calcolare le ammende, il Bundeskartellamt ha tenuto conto del fatto che ciascuna delle società ha collaborato ampiamente con l'autorità durante il procedimento. Le sanzioni pecuniarie inflitte non sono ancora definitive e potranno essere impugnate dinanzi al tribunale regionale superiore di Düsseldorf.


Ultimi articoli collegati

UE: disposta la registrazione delle importazioni di piani inox a freddo originari di India e Indonesia

ThyssenKrupp lancia divisione specializzata in carrozzerie auto e componenti leggeri

UE, nessun dazio compensativo provvisorio sui laminati a caldo turchi

Federacciai: produzione in leggero aumento a gennaio

ArcelorMittal Asturias: via all'iniezione di gas da cokeria nell'altoforno B di Gijón