Cina: la produzione di coils a caldo cala meno di quella dei lunghi

giovedì, 21 ottobre 2021 17:57:33 (GMT+3)   |   Shanghai
       

A settembre di quest'anno, la produzione cinese di coils laminati a caldo (HRC) ha raggiunto quota 14.181 milioni di tonnellate, in calo del 9,2% in termini tendenziali, ma solo dello 0,76% rispetto ad agosto.

Nel segmento del tondo per cemento armato, la produzione ha perso il 24,7% su base annua ed è scesa del 12% su base mensile. A settembre, i prezzi medi dei coils laminati a caldo in Cina sono aumentati in un primo momento per poi calare nel corso delle settimane successive. A fine mese, la domanda si è rivelata più debole del previsto e questo ha influenzato negativamente l’andamento dei prezzi.

Nel periodo gennaio-settembre di quest'anno, la produzione cinese di coils laminati a caldo (HRC) è ammontata a 137.759 milioni di tonnellate, in aumento dell'8% su base annua. Il tasso di aumento è stato tuttavia di 2,6 punti percentuali più basso rispetto a quello registrato in gennaio-agosto.

Sempre nei primi nove mesi di quest’anno, la produzione di coils laminati a freddo (CRC) in Cina ha raggiunto 32.451 milioni di tonnellate, in aumento del 14,4% in termini tendenziali, 1,8 punti percentuali in meno rispetto alla crescita osservata nei primi otto mesi di quest'anno.

A settembre, la produzione di CRC è stata di 3.588 milioni di tonnellate, in aumento dell'1,3% su base annua e in calo dello 0,14% in termini congiunturali.

Fonte: China's National Bureau of Statistics (NBS, Istituto di statistica cinese).


Ultimi articoli collegati

Cina: diminuiscono le scorte dei principali prodotti finiti

Cina: prezzo del tondo in calo a metà novembre

HDG: continua il trend negativo in Cina

Cina, output di HRC: la crescita rallenta a gennaio-ottobre

Cina: Baosteel abbassa i prezzi dei coils a caldo