Cina: cresce la produzione di coils a caldo, cala leggermente quella di coils a freddo

lunedì, 20 luglio 2020 15:21:59 (GMT+3)   |   Shanghai
       

Nei primi sei mesi del 2020 in Cina la produzione di coils laminati a caldo (HRC) e coils a freddo (CRC) è ammontata rispettivamente a 80,063 milioni di tonnellate e 16,627 milioni di tonnellate, registrando una crescita del 7,2% e un calo dello 0,3% su base annua. I dati sono del National Bureau of Statistics. Al 30 giugno il prezzo medio degli HRC sul mercato cinese risultava in crescita del 3,9% rispetto al 31 maggio.

Solo nel mese di giugno, la produzione di HRC e CRC nel paese asiatico è ammontata rispettivamente a 14,181 milioni di tonnellate (+3,7%) e 3,147 milioni di tonnellate (+10,1%). 

Sempre a giugno, la domanda di HRC e CRC è apparsa soddisfacente nel mercato locale. Secondo i dati forniti dalla China Iron and Steel Association (CISA), al 30 giugno le scorte di HRC e CRC in Cina ammontavano a 1,67 milioni di tonnellate e 1,25 milioni di tonnellate, facendo registrare diminuzioni dell'1,7% e del 3,5% rispetto al 20 giugno.


Ultimi articoli collegati

Scorte di acciaio pressoché invariate in Cina a metà settembre

Cina: forte incremento della produzione di coils ad agosto

Coils a caldo, gli esportatori cinesi tagliano i prezzi

Cina: crescono leggermente le scorte dei cinque principali prodotti finiti

Baosteel: la produzione di acciaio in Cina supererà il miliardo di tonnellate nel 2020