Brasile: produttori contro il MES alla Cina

mercoledì, 26 ottobre 2016 08:05:41 (GMT+3)   |   San Paolo
       

Durante una conferenza svoltasi a Rio de Janeiro la dirigenza deIl’associazione dei produttori siderurgici brasiliani ha dichiarato che il riconoscimento dello status di Economia di Mercato (MES) alla Cina avrebbe delle dirette conseguenze negative per l’economia locale, con perdite superiori a 30.000 posti di lavoro entro il 2020.

Sarebbe infatti più complesso tutelare la siderurgia locale con le misure antidumping in quanto verrebbero comparati i prezzi export con quelli locali utilizzati in Cina.

I vertici dell’associazione hanno poi sottolineato come il consumo di acciaio pro-capite in Brasile sia sceso sotto i 100 kg, un livello in linea con quello del 1980, mentre in Cina dal 1980 questo valore è cresciuto di 14 volte.”La crisi in Brasile è davvero pesante e ci stiamo adoperando per risolverla. Un’interferenza come quella del riconoscimento del MES alla Cina sarebbe fatale”