BHP Billiton non venderà la sua partecipazione in Samarco

lunedì, 04 ottobre 2021 14:38:58 (GMT+3)   |   San Paolo
       

Il produttore minerario australiano BHP Billiton ha fatto sapere che non intende vendere la sua partecipazione in Samarco, produttore brasiliano di pellet che possiede in comproprietà con Vale. Secondo CNN Brazil, la vendita del 50% in Samarco non rappresenterebbe infatti né una priorità né un'intenzione per la società.

«[BHP Billiton] dispone di risorse esistenti per altri 30, 40, 50 anni», ha affermato Simon Duncombe, vice-president Brazil delle joint venture non gestite presso BHP Billiton.

BHP Billiton ha dichiarato che l'intento della società era quello di chiudere un accordo extragiudiziale per il disastro della diga di Mariana del novembre 2015 (che ha causato l'interruzione delle attività della joint venture per due anni) nonché quello di evitare la procedura di protezione dal fallimento di Samarco. Tuttavia, Ivan Apsan, vicepresidente degli affari legali e societari di BHP Billiton, ha affermato che i recenti cambiamenti nelle normative fallimentari brasiliane hanno portato la società a cambiare il suo approccio alla questione. BHP Billiton e Vale hanno quindi presentato istanza di protezione dalla bancarotta. «Non volevamo che il piano di protezione dal fallimento di Samarco diventasse un progetto pilota per un nuovo regolamento», ha spiegato Apsan.


Ultimi articoli collegati

Vale estrarrà meno iron ore di bassa qualità nel quarto trimestre

Vale e Jiangsu, protocollo di intesa per lo sviluppo di prodotti a basse emissioni CO2

Brasile: produzione di acciaio grezzo a +15,3% a settembre

ArcelorMittal Brasil, al varo nuovi investimenti per i prossimi tre anni

Brasile: causa legale da 453 miliardi di dollari contro Samarco