Acciaio, export cinese in ripresa tra settembre e ottobre

lunedì, 09 novembre 2020 16:53:31 (GMT+3)   |   Shanghai
       

Secondo le autorità doganali cinesi, nel mese di ottobre il Paese del dragone ha esportato 4,039 milioni di tonnellate di acciai finiti, registrando un calo del 15,5% su base annua ma una crescita del 5,5% su base mensile. Nel mese in oggetto, la variazione su base annua è risultata meno marcata rispetto al -30,8% di settembre, a dimostrazione di un maggiore interesse delle acciaierie verso l'export. Questo è stato sostenuto sia da una maggiore competitività dei prezzi dei prodotti piani cinesi (coils a caldo, coils a freddo e coils zincati a caldo) sul mercato internazionale, sia dalla forte domanda proveniente dai paesi dell'Asia (tra cui Vietnam e Pakistan) e del Sud America. 

Nel periodo gennaio-ottobre la Cina ha esportato 44,425 milioni di tonnellate di acciai finiti, dato in calo del 19,3% su base annua. 


Ultimi articoli collegati

Rallenta l'export cinese di tondo e vergella

Cina: export di fogli e lamiere in calo nei primi dieci mesi del 2020 

Cina: in calo le importazioni di carbone e lignite nei primi dieci mesi

Cina: importazioni di acciai finiti in aumento a ottobre su base annua

La Cina riprenderà a importare rottami ferrosi entro la fine del 2021