Turchia: la domanda di tubi saldati resta forte

venerdì, 26 giugno 2020 17:06:09 (GMT+3)   |   Istanbul
       

La domanda di tubi saldati è rimasta piuttosto forte in Turchia. Sebbene gli acquirenti abbiano richiesto sconti, i produttori locali hanno mantenuto stabili le loro offerte. Un produttore locale di tubi ha parlato dell'inutilità di concedere sconti a fronte di una sufficiente domanda. Inoltre, ha aggiunto, «i tempi di consegna si sono dilatati fino a due mesi e i prezzi dei coils a caldo (HRC) sono ancora forti. È possibile che le richieste di sconto da parte degli acquirenti siano dovute all’incertezza e alla paura di una seconda ondata di COVID-19, ma in queste circostanze non stiamo offrendo sconti». In Turchia, le quotazioni dei tubi saldati sono rimaste nel range dei 510-540 $/t franco produttore per le consegne di agosto.

Per quanto riguarda l’export, la domanda è debole ma i prezzi sono rimasti invariati, ossia pari a 500-520 $/t FOB. 

I prezzi menzionati si riferiscono a tubi ERW e tubolari strutturali con spessore della parete pari a 2-4 mm, realizzati da coils laminati a caldo S235 a norma EN 10219.


Ultimi articoli collegati

Tubi saldati, ancora in rialzo le offerte dalla Turchia

Tubi saldati, prezzi turchi sostenuti dalla buona domanda estera

Tubi saldati, domanda debole in Turchia e forte all'estero

Turchia: export di tubi e profilati saldati longitudinalmente in calo in gennaio-febbraio

Tubi saldati, in rialzo le offerte dei produttori turchi