Turchia: forte incertezza nel mercato dei tubi saldati

venerdì, 30 marzo 2018 16:00:41 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Nonostante l'aumento dei prezzi dei coils laminati a caldo, i produttori turchi di tubi saldati hanno preferito mantenere le proprie offerte invariate a fronte della scarsa domanda. Ciononostante, a breve alcuni produttori saranno costretti ad acquistare HRC ai prezzi attuali, pertanto potrebbero dover rincarare i prezzi dei tubi. 

Intanto, l'annuncio dell'apertura di un'inchiesta di salvaguardia sull'import di 26 tipologie di prodotti siderurgici da parte della Commissione Europea ha avuto un forte impatto negativo sul mercato turco, che già era stato messo in stato d'apprensione dai dazi statunitensi. 

La domanda di tubi saldati è rimasta debole in Turchia, poiché sia i compratori sia i produttori hanno preferito restare in attesa degli sviluppi del mercato internazionale. Intanto, la domanda risulta stagnante anche nei mercati export, dove gli scambi riguardano ora quantitativi inferiori rispetto a quelli che erano stati registrati nelle scorse settimane. 

Secondo quanto appreso da SteelOrbis, sul mercato domestico i produttori turchi offrono tubi ERW e tubolari strutturali spessi 2-4 mm prodotti da coils a caldo di grado S235 a norma EN 10219 a prezzi tra i 680 e i 720 $/t franco produttore. 

Sull'export, i produttori turchi offrono lo stesso prodotto a 710-740 $/t FOB. 


Ultimi articoli collegati

Minerale di ferro, prezzi supportati da un miglioramento del sentiment in Cina

Prezzi delle lamiere stabili negli USA

Cina: prezzi del ferromanganese sul mercato locale – settimana 8

ArcelorMittal Kryviy Rih avvia i test a caldo presso la nuova colata continua

Ricavi in calo per China Steel Corporation a gennaio