Turchia: domanda di tubi saldati stagnante sull'export

giovedì, 05 luglio 2018 11:23:50 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Dopo aver rincarato i prezzi la scorsa settimana, questa settimana gli esportatori turchi di tubi saldati hanno abbassato leggermente le proprie offerte a causa della scarsa domanda riscontrata all'estero. Le offerte riguardanti tubi ERW e tubolari spessi da 2-4 mm realizzati da coils a caldo S235 a norma EN 10219 si attestano pertanto a 650-720 $/t FOB, contro il precedente livello di 660-720 $/t. 

Gli stessi produttori, tuttavia, non sono intervenuti sulle offerte rivolte agli Stati Uniti, poiché sul mercato interno statunitense i prezzi sono elevati. Alcune acciaierie turche hanno chiuso vendite di tubolari strutturali verso gli USA al prezzo di 700 $/t FOB nell'ultima settimana. Ciononostante, il Dipartimento del Commercio USA a fine giugno ha inviato un'inchiesta sugli aumenti dei prezzi locali; a seconda dei risultati di tale indagine, i produttori turchi potrebbero decidere di correggere le proprie offerte con destinazione USA. 

Nel frattempo, l'export verso l'UE risulta quasi completamente assente poiché gli addetti ai lavori sono in attesa dei risultati dell'inchiesta di salvaguardia condotta dalla Commissione Europea sulle importazioni di acciaio. 


Ultimi articoli collegati

Coils a caldo, i produttori turchi puntano a ulteriori aumenti di prezzo

Turchia: export di tondo in lieve crescita nel primo semestre

Tubi saldati, crescono i prezzi turchi

USA: Vallourec chiede avvio indagine antidumping sull'import di tubi senza saldatura

Turchia: all'orizzonte un incremento dei prezzi dei tubi saldati