Turchia: continua a rafforzarsi il mercato dei tubi saldati

mercoledì, 11 dicembre 2019 13:30:08 (GMT+3)   |   Istanbul
       

La domanda nel mercato turco dei tubi saldati ha registrato un lieve miglioramento assieme al rialzo del segmento dei coils a caldo (HRC). Questi fattori hanno determinato un incremento dei prezzi locali e all’esportazione.

Le quotazioni dei tubi saldati dalla Turchia sono salite di 20 $/t nelle ultime due settimane, arrivando a 520-530 $/t FOB per le spedizioni di fine dicembre/gennaio. Tuttavia, per ordini di grossi volumi i produttori potrebbero concedere sconti di circa 10 $/t. Sul mercato interno i prezzi sono invece aumentati di 10-25 $/t raggiungendo i 510-535 $/t franco produttore.

«Il rafforzamento del mercato degli HRC sta supportando il rialzo dei prezzi dei tubi - ha commentato una fonte -. Inoltre, i prezzi all’importazione del rottame stanno aumentando». Alcuni operatori del mercato hanno sottolineato che la domanda di tubi dalla Turchia sul mercato export ha riportato un miglioramento, specialmente quella dal Medio Oriente. I clienti europei sono meno interessati ad acquistare rispetto agli importatori mediorientali, in quanto preoccupati dal fatto che la quota sui tubi dalla Turchia termini presto. Si prevede che i prezzi dei tubi saldati in Turchia si muovano in linea con i prezzi di transazione degli HRC.

I prezzi menzionati si riferiscono a tubi ERW e tubolari strutturali con spessore della parete pari a 2-4 mm, realizzati da coils laminati a caldo S235 a norma EN 10219.


Ultimi articoli collegati

Turchia: Icdas alza i prezzi del tondo

Turchia: stabili i prezzi del rottame da cantieristica navale

Tubi saldati, significativo rialzo dei prezzi turchi

Tubi saldati, stabili le offerte dei produttori turchi

Canada rimuove dazi sull'import di alcuni prodotti provenienti da Turchia e Corea del Sud