Turchia: attività in lieve crescita nel mercato locale dei tubi saldati

lunedì, 07 gennaio 2019 13:48:27 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Nella prima settimana del 2019, l’atteggiamento cauto nel mercato turco si è intensificato per via dell'instabilità del tasso di cambio dollaro USA-lira turca. Allo stesso tempo, un sentiment negativo ha prevalso nel mercato globale a causa dell’aumento dei rischi in termini di crescita economica e del rallentamento della crescita stessa. La scorsa settimana, la lira turca ha registrato un improvviso deprezzamento nei confronti del dollaro USA, scendendo a 5,80. Mentre il tasso d’inflazione ha continuato a scendere su base mensile, attestandosi al 20,3% a dicembre, un altro problema per l’economia turca è rappresentato dalla possibilità che la Banca Centrale Turca riduca i tassi di interesse nella sua prima riunione della commissione relativa alla politica monetaria da adottare nel corso dell'anno. Tale decisione potrebbe portare ad una maggiore debolezza della lira turca nei confronti del dollaro statunitense.

Sullo sfondo dell’instabilità economica globale dovuta alle guerre commerciali e alle oscillazioni di cambio, gli acquirenti nel mercato locale dei tubi saldati turchi stanno adottando un atteggiamento prudente. Tuttavia, l’attività commerciale nel mercato è lievemente migliorata dal momento che gli operatori turchi hanno reintegrato parte delle loro scorte dopo il deprezzamento della lira turca. Ad ogni modo, questa situazione non ha influenzato i prezzi, e il range delle offerte dei produttori turchi per i tubi ERW e per i tubolari strutturali spessi 2-4 mm realizzati da coils laminati a caldo S235 a norma EN 10219 non ha registrato variazioni degne di nota, restando pari a 570-600 $/t franco produttore.


Ultimi articoli collegati

Minerale di ferro, prezzi supportati da un miglioramento del sentiment in Cina

Prezzi delle lamiere stabili negli USA

Cina: prezzi del ferromanganese sul mercato locale – settimana 8

ArcelorMittal Kryviy Rih avvia i test a caldo presso la nuova colata continua

Ricavi in calo per China Steel Corporation a gennaio