Tubi saldati, ulteriore calo dei prezzi sul mercato europeo

martedì, 22 gennaio 2019 17:46:48 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Nell'ultima settimana i prezzi dei tubi saldati sono diminuiti di ulteriori 10 euro la tonnellata in Europa. Poiché le offerte provenienti da Turchia e Macedonia si posizionano 15-30 €/t al di sotto dei prezzi dei produttori europei, i compratori stanno continuando ad esercitare pressioni al ribasso. In generale, si riscontra una forte cautela dettata dall'aspettativa che le quotazioni possano diminuire ulteriormente nel prossimo periodo. Successivamente, i prezzi dei tubi saldati e dei tubolari strutturali dovrebbero stabilizzarsi in Europa per effetto di un calo delle importazioni dovuto all'indagine antidumping in corso. 

Secondo quanto appreso da SteelOrbis, un produttore bulgaro di tubi saldati offre tubi ERW a norma EN 10219 a 560-570 €/t franco produttore.
Nel dettaglio, lo stesso produttore offre tubi saldati verso la Germania a 590-600 €/m CPT, verso l'Ungheria a 565-570 €/m CPT, verso l'Australia a 575-580 €/m CPT, verso Belgio e Paesi Bassi a 605-610 €/mt CPT. Infine, le sue offerte per Repubblica Ceca, Polonia, Croazia e Slovacchia sono a 600-610 €/t CPT.


Ultimi articoli collegati

Cina: produzione di acciaio grezzo in crescita nel 2019

Minerale di ferro in ripresa, cresce la domanda per il materiale di qualità

Tubi saldati, stabili le offerte turche ma con sconti su grossi volumi

India: il rafforzamento della rupia sostiene i prezzi degli zincati a caldo all'export

Rottame, significativo calo del prezzo nell'ultimo scambio USA-Turchia