Tubi saldati, produttori turchi intenzionati ad aumentare i prezzi

giovedì, 04 luglio 2019 10:10:49 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Rispetto a una settimana fa i produttori turchi di tubi saldati hanno abbassato di 10 $/t i prezzi all'esportazione. Attualmente le loro offerte per tubi ERW e tubolari strutturali da 2-4 mm, realizzati da HRC grado S235 a norma EN 10219, si attestano a 560-580 $/t FOB. La domanda nel frattempo è migliorata dal momento che diversi compratori, temendo un aumento dei prezzi dopo il recente rialzo del rottame, hanno iniziato ad effettuare ordini. Altri compratori sono invece in attesa di capire se le quotazioni del rottame continueranno a crescere o meno. Nell'ultimo periodo il principale mercato export dei produttori turchi di tubi saldati è stato l'Europa, tuttavia sono state chiuse anche alcune transazioni in Africa. Attualmente i produttori turchi vorrebbero aumentare i prezzi sia in funzione dei prezzi del rottame sia in virtù del fatto che la discesa dei prezzi dei coils laminati a caldo è terminata. Allo stesso tempo, tuttavia, temono che offerte più alte possano non essere accettate. Secondo voci di corridoio, anche i produttori turchi di coils a caldo intendono aumentare i prezzi, anche per il fatto che le quotazioni del minerale ferroso hanno superato i 120 $/t CFR Cina. 

Intanto, in data 2 luglio la Commissione europea ha annunciato di aver chiuso il procedimento antidumping relativo alle importazioni di tubi e profilati cavi saldati, di sezione quadrata o rettangolare, di ferro (non ghisa) o di acciaio (non inossidabile), originari della Repubblica di Macedonai del Nord, della Russia e della Turchia. 


Ultimi articoli collegati

Coils a caldo, i produttori turchi puntano a ulteriori aumenti di prezzo

Tubi saldati, crescono i prezzi turchi

USA: Vallourec chiede avvio indagine antidumping sull'import di tubi senza saldatura

Turchia: all'orizzonte un incremento dei prezzi dei tubi saldati

Domanda di tubi saldati lieve in ripresa sul mercato turco